Incidente sulla SS18: muore 22enne di Albanella

Incidente_cammarano

 

CAPACCIO. Grave incidente stradale questo pomeriggio sulla SS18 Tirrena Inferiore, in prossimità dello svincolo in località Cafasso del comune di Capaccio. Un morto ed un ferito grave il drammatico bilancio. A perdere la vita, un giovane originario di Albanella, Matteo Cammarano di 22 anni, deceduto sul colpo a seguito delle gravi lesioni riportate nel violento schianto. Alla guida dell’automobile, un’Audi A3 nera, l’amico Giovanni Giardullo, 27 anni, anche’gli di Albanella, estratto dall’abitacolo in stato di shock e trasportato d’urgenza all’ospedale di Agropoli, dov’è tutt’ora ricoverato in prognosi riservata. Non sarebbe, però, in pericolo di vita e dovrebbe cavarsela. Il sinistro stradale è avvenuto verso le ore 17:30, quando l’auto sportiva guidata da Giardullo, che trasportava al seguito anche un gommone da diporto su apposito carrello, nel procedere in direzione Battipaglia, è andata improvvisamente a conficcarsi tra il guardrail e la cunetta a destra della carreggiata (nella foto, sopra). Il carrello con il natante è rimasto invece completamente di traverso, al centro del tratto stradale. Inutile l’apertura dell’airbag: per Matteo Cammarano, seduto sul sedile laterale anteriore, purtroppo non c’è stata via di scampo, investito in pieno dalle lamiere che hanno sfondato il parabrezza e la portiera. Ancora da chiarire la dinamica del pauroso incidente: secondo le prime ricostruzioni ed ipotesi, il veicolo, viaggiando probabilmente ad alta velocità, per una fatale distrazione o per evitare qualche auto in azzardato sorpasso sull’altra corsia, avrebbe perso aderenza, fuoriuscendo dalla sede stradale fino a schiantarsi sotto il guardrail, visto che sull’asfalto non sono stati registrati particolari segni di frenate brusche o di eventuale scontro con altri veicoli che sopraggiungevano in direzione di marcia opposta. Sul posto sono prontamente intervenuti gli agenti della polizia stradale di Vallo della Lucania, agli ordini dell’ispettore capo Gianfranco Franco, così come i Vigili del Fuoco di Eboli, coordinati dal caposquadra Raffaele Vitolo, e un’unità di rianimazione del 118. La strada statale 18 è rimasta chiusa al traffico per diverse ore in entrambe le direzioni, con i veicoli dirottati da Capaccio ad Agropoli, ovvero verso il successivo svincolo sull’asse viario che attraversa il Cilento. Quella di Matteo Cammarano, residente in località Santa Croce nella contrada rurale Bosco, è una tragedia nella tragedia: nel maggio del 2008, infatti, anche il padre Antonio rimase vittima di un fatale incidente, schiacciato da una balla di fieno mentre tentava di arginarne la corsa a bordo di un trattore, finito col ribaltarsi fatalmente. Una perdita che aveva già segnato profondamente la famiglia Cammarano e scosso l’intera comunità albanellese, che ora dovrà nuovamente stringersi attorno alla moglie e madre, Gerardina, e agl’altri due figli Alessandro e Nevia, costretti a piangere il primogenito Matteo, un ragazzo solare, amante del mare e del suo paese natio. Aveva espletato il servizio militare in Marina come volontario in ferma breve per tre anni, e da qui la sua passione per gli sport estremi come lo snowboard e le traversate in barca.

FOTO DI PROPRIETA' DI STILETV NETWORK CON OBBLIGO DI CITARE LA FONTE IN CASO DI PRELIEVO.

incidente_cammarano3incidente_cammarano2

Logo circle

La riproduzione dei contenuti giornalistici della testata STILETV è riservata. Pertanto, è vietata la riproduzione e l’uso, anche parziale, di testi, fotografie, contenuti audio/video, filmati, loghi, grafiche aziendali e pubblicitarie, con qualsiasi dispositivo elettronico/digitale o per mezzo di fotocopie, registrazioni, cover e tutto quanto è ascrivibile a copia non autorizzata.