Tiziano Ferro e i Motel Connection salutano il 2010 in Piazza della Libertà a Salerno

Redazione
28 dicembre 2009 14:48

1291

Appuntamento alle 21:30 del 31 dicembre prossimo in Piazza della Libertà (ex via Alvarez) a Salerno per il “veglione” di fine anno in compagnia di Tiziano Ferro. L’artista, da cinquanta settimane in classifica con l’album “Alla mia età”, uscito il 30 ottobre scorso, saluterà l’anno 2009 nella piazza tanto cara al sindaco Vincenzo De Luca, nella quale, da oltre un mese, sono cominciati i lavori di rifacimento. Lo spettacolo del cantante rientra tra gli appuntamenti previsti dalla giunta comunale salernitana che, tra l’altro, negli ultimi anni ha fatto sì che si alternassero artisti del calibro di Goran Bregovic, Franco Battiato e Piero Pelù, in piazza Amendola. Per ascoltare l’artista laziale stanno arrivando prenotazioni da tutte le parti d’Italia e i locali della zona hanno già fatto il tutto esaurito.
Ancora non si conosce il nome del conduttore o della conduttrice che presenterà la serata di fine anno. Tiziano Ferro smetterà di suonare poco prima della mezzanotte, quando sul palco salirà il sindaco De Luca per il tradizionale scambio di auguri in piazza. Come ogni anno, la presenza del primo cittadino sarà accompagnata da uno spettacolo di fuochi pirotecnici che si alzeranno dal mare. De Luca stapperà la bottiglia e poi lascerà il posto ancora una volta alla musica, in particolare ai Motel Connection. Il gruppo torinese di musica elettronica, nato nel 2000 grazie all’incontro tra Samuel (voce dei Subsonica), Pisti (dj house), Pierfunk (ex bassista dei Subsonica), è riuscito a spuntarla sul rapper italiano Frankie Hi-Ngr Mc, il cui nome circolava nei corridoi di palazzo di città. Il “veglione” di Capodanno, a questo punto, si sposta nella zona orientale di Salerno dove, al Parco del Mercatello per l’occasione, la pista di pattinaggio sul ghiaccio resterà aperta tutta la notte.
Chi cerca, inoltre, un’alternativa alla festa concentrata nel centro storico, è ancora il Parco del Mercatello la meta dei giovani. Dal 26 dicembre al 6 gennaio, infatti, ogni sera si esibiranno band di artisti emergenti, di modo da non lasciare isolata la periferia della città. Per i meno giovani, infine, c’è grande attesa per un altro appuntamento diventato ormai una tradizione per Salerno e per il Teatro Verdi. La sera del 1° gennaio 2009, il sipario del "Massimo Cittadino" si alzerà per dar vita al classico concerto di inizio anno. Il direttore d’orchestra Daniel Oren dirigerà il Coro dell’opera formato per lo più da giovani musicisti salernitani formatisi al Conservatorio di musica “Giuseppe Martucci” di Salerno.

commenti
consigliati