Crisi idrica, Fasolino: "Finirà prima del 23/12"

Redazione
30 novembre 2010 16:11

923

Antonio_Fasolino

 

Continuano senza sosta i lavori per ripristinare la condotta che alimenta l'acquedotto del Basso Sele, nel Salernitano, tranciata il 10 novembre scorso in più punti durante l'alluvione, per cercare, quanto prima, di porre fine all’emergenza idrica che riguarda 14 comuni del Salernitano. La risoluzione completa, dopo la fornitura garantita che è aumentata di un’ora (dalle 6.30 alle ore 11), è prevista prima del 23 dicembre. Ad affermarlo, al Tg Stile, è l’assessore provinciale alla Protezione Civile, Antonio Fasolino (nella foto): “L’emergenza idrica sarà risolta con molta probabilità prima del 23 dicembre, stiamo bruciando i tempi, ci soddisfa il lavoro fatto fino ad oggi, nonostante le nefaste condizioni del tempo”.

I lavori procedono spediti, come comunicato anche dall’assessore regionale alla Protezione Civile, Edoardo Cosenza: "Questa notte - ha detto il commissario per l’emergenza -  è stato posizionato nell'alveo del fiume Sele, dopo un intervento di circa trenta ore conclusosi questa mattina alle 7, un tratto di 65 metri della condotta". Rispettate, sinora, le previsioni del progetto di ripristino: "Il tratto di condotta è stato alloggiato in un canale appositamente scavato ed è stato poi tirato dall'altra sponda con l'ausilio di sei pale meccaniche e di un sistema di cavi. Successivamente - ha spiegato l'assessore Cosenza - è stato portato a tre metri di profondità, così come prevedeva il progetto e sono state predisposte opere di difesa dalla corrente del fiume. Nei prossimi giorni si provvederà a saldare ulteriori parti della condotta dai due lati fino a riconnettere l'acquedotto". Nemmeno la pioggia battente ed incessante ha fermato i lavori: "Mi complimento con l'impresa e con le squadre che hanno operato ininterrottamente nonostante la pioggia: abbiamo anticipato le operazioni poiché è prevista una nuova ondata di maltempo che avrebbe potuto ritardare l'intervento. Così facendo non ci saranno problemi poiché le prossime operazioni avverranno fuori dal fiume e potranno essere eseguite anche in caso di pioggia. Stiamo lavorando senza sosta - ha concluso Edoardo Cosenza - per ripristinare la condotta entro Natale".

commenti
consigliati