Capaccio, esonda il Fiumarello di Torre

Redazione
04 gennaio 2010 11:45

1653

Fiumarello_a

 

Il giorno 1 gennaio, a seguito delle avverse condizioni atmosferiche, è esondato il Fiumarello sito in località Torre di Mare (iscritto nel registro delle acque pubbliche), allagando i fabbricati circostanti perlopiù abusivamente realizzati, nel corso degli anni, su entrambe le sponde del corso d’acqua. Si tratta di costruzioni in cemento, reti di recinzione ed altre strutture adibite ad alloggi su area demaniale, tutti già posti sotto sequestro e per i quali sono stati emessi, in passato, i relativi provvedimenti amministrativi di demolizione cui nessuno, però, ha mai dato ottemperanza.
Al fine di salvaguardare la pubblica e privata incolumità, si è reso necessario quindi lo sgombero delle rive del Fiumarello per consentire ai mezzi meccanici di poter transitare ed effettuare le operazioni di ripristino della sezione del fiume, ormai interamente ostruita dagli abusi e dalla vegetazione. Le demolizioni sono state effettuate nel tratto terminale del fiume, a circa 200 metri dalla foce; a monte, invece, risulta interamente regimentato, invaso da abusi ed a tratti tombato. La sezione del fiume, in origine di 7 metri, oggi risulta di circa 1 metro.
Lo scorso anno, la polizia locale di Capaccio, congiuntamente al Corpo Forestale di Foce Sele, aveva fatto accertamenti al riguardo denunciando 30 persone, per le quali pende procedimento penale presso la Procura della Repubblica di Salerno. Circa un mese fa, gli agenti della polizia locale, congiuntamente a quelli della Forestale di Foce Sele, hanno riscontrato le ordinanze di demolizione emesse dal Comune di Capaccio accertando che nessuno, però, aveva provveduto a rimuovere gli abusi. Il responsabile della Protezione Civile e comandante della polizia locale, cap. Antonio Rinaldi, ha contattato il magistrato titolare del procedimento penale per le opere in sequestro a valle del fiume, chiedendo l’autorizzazione a procedere per l’abbattimento di tutti gli abusi perpetrati. Il dott. Roberto Penna ha immediatamente autorizzato le operazioni di demolizione, che hanno avuto inizio il 2 gennaio scorso e sono tuttora in corso, coordinate dal cap. Antonio Rinaldi e dal comandate Marta Santoro della Forestale. Determinante anche l’apporto dei mezzi e degli operai del Consorzio di Bonifica di Paestum. Hanno presenziato alle operazioni il sindaco di Capaccio Paestum, Pasquale Marino, e l’assessore ai Lavori Pubblici, Roberto Ciuccio. Il comandante Rinaldi, ritenendo oramai improrogabile la messa in sicurezza del fiume al fine di eliminare tutti i rischi idrogeologici generati dalle esondazioni, e quindi si dovrà procedere inevitabilmente alla demolizione di tutte le opere edili abusive, fino alla sorgente. In merito, verrà consegnata dettagliata informativa agli enti ed uffici competenti.

Capaccio Paestum, 4 gennaio 2010

Ufficio di Staff del Sindaco
L’addetto stampa
Alfonso Stile

 

 

fiumarello_b

 

Fiumarello_c

 

Fiumarello_d

commenti
consigliati