CONTROLLI DELLA GUARDIA DI FINANZA

Scafati, furto d'acqua dalle rete pubblica: denunciate 15 persone

Comunicato Stampa
26 marzo 2015 10:12

966

SCAFATI. I militari della Compagnia di Scafati del Comando Provinciale di Salerno della Guardia di Finanza, nel corso dell’operazione denominata “Goccia a Goccia” hanno effettuato numerosi controlli volti ad individuare e a reprimere particolari condotte illecite  finalizzate al furto di acqua dalla rete pubblica. Gli interventi hanno interessato i Comuni di Scafati e San Marzano sul Sarno e complessivamente hanno consentito di segnalare quindici soggetti alla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore. Il fenomeno illegale è stato riscontrato in particolar modo nel cento storico della cittadina scafatese, ove gli allacci abusivi alla rete idrica gestita dalla società GORI S.p.A. sono stati effettuati da privati cittadini per rifornire le proprie abitazioni. In due casi, invece, gli allacci abusivi sono stati effettuati da esercenti che utilizzavano l’acqua per far fronte alle necessità legate alla propria attività commerciale, nello specifico si tratta di piccoli esercenti di Scafati e San Marzano sul Sarno. Due le tipologie di artifizi truffaldini, infatti in alcuni casi non era presente il previsto misuratore dei consumi a norma di legge, in altri casi invece, il misuratore veniva manomesso in modo da segnalare minori consumi rispetto a quelli realmente effettuati.Le Fiamme Gialle scafatesi, nelle diverse giornate del mese di marzo in cui sono stati eseguiti gli interventi, sono state coadiuvate dal personale tecnico della predetta società di gestione delle risorse idriche che ha provveduto a cessare le forniture illecite. Ad oggi, sono in corso le opportune verifiche per accertare, per ogni singolo caso, l’entità  del furto e del danno patrimoniale. Il bilancio delle operazioni condotte dai militari in forza al Comando Provinciale Salerno, costituiscono l’ennesima conferma della costante opera di ripristino della legalità in un territorio fortemente inquinato dalla presenza di condotte illegali. 

commenti
consigliati