Danni ai lidi pestani, l'appello di Alberto Barlotti

Redazione
11 gennaio 2010 14:00

1680

mare-in-tempesta

 

Arriva anche l’appello del presidente del Consorzio dei lidi di Paestum, Alberto Barlotti, dopo le ultime ondate di maltempo che, ancora una volta, hanno messo in ginocchio gli operatori turistici locali. In particolare, Barlotti si rivolge direttamente all’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Pasquale Marino: “Bisogna intervenire in modo tempestivo con degli interventi in grado di contrastare l’azione del mare; in caso contrario, ad ogni mareggiata saremo costretti a fare la conta dei danni. Invito gli amministratori a mobilitarsi al fine di presentare la domanda alla Regione per ottenere i finanziamenti stanziati contro l’erosione costiera”. Proprio in questi giorni, infatti, il Consiglio regionale ha approvato un piano di ripascimento delle coste, nell’ambito dell’approvazione del bilancio 2010. Per rimediare al fenomeno della riduzione della costa sabbiosa, la Giunta regionale presenterà, entro giugno 2010, un piano antierosione della fascia costiera, a partire dalle aree dove il fenomeno è particolarmente evidente, stanziando i relativi fondi.

Le mareggiate di questi giorni hanno danneggiato quasi tutti i 44 stabilimenti balneari che insistono lungo il litorale pestano. A causa del fenomeno dell’erosione, la spiaggia si assottiglia sempre più e, quindi, quando giungono le mareggiate, gli stabilimenti vengono sommersi dalle onde che, tra l’altro, trasportano ingenti quantitativi di detriti sulla spiaggia. A registrare i maggiori danni è stato il lido “Il tuffatore” che ha ceduto nelle parti strutturali. “L’Amministrazione deve segnalare la necessità degli interventi – conclude Barlotti – da effettuarsi lungo la costa di Paestum per consentire alla Regione di procedere con gli opportuni sopralluoghi  e di elaborare il relativo piano di verifiche ed interventi attraverso lo stanziamento di appositi fondi. È inutile chiedere soldi per danni che non saranno mai stanziati, ma è necessario procedere con interventi risolutivi”.

commenti
consigliati