TRAGEDIA DI GROMOLA
GUARDA
IL SERVIZIO

Capaccio, l'ultimo saluto a Martino Marino: folla commossa ai funerali

CAPACCIO PAESTUM. Una folla commossa ed incredula ha preso parte, questa mattina, ai funerali di Martino Marino, il 46enne capaccese rimasto folgorato nell’incidente sul lavoro avvenuto, il 3 agosto scorso, all’esterno del cantiere di una villa in costruzione a Gromola. Stracolma la chiesa di Santa Maria Goretti, stretta attorno al dolore dei familiari per rivolgere l’estremo saluto allo sfortunato agricoltore, che lascia la moglie e due figli, ancora sotto choc. Un dolore che prova a lenire solo il parroco, don Giuseppe Sette, nella sua omelia, tinta dal ricordo indelebile del compianto Marino. Al termine del rito funebre, la salma è stata salutata, con affetto, da due ali di folla (nella foto). Nel piazzale della chiesa, a Borgo Gromola, hanno sostato numerosi trattori e fuoristrada, condotti dagli amici di sempre di Martino, che hanno apposto uno striscione con la scritta: “La tua forza e la tua tenacia ci accompagneranno sempre nei nostri cuori. Martino amico di tutti!”. E un messaggio speciale dai dolcissimi figli Pietro e Speranza e dall’adorata moglie, Claudia Seno, è stato rivolto al padre esemplare e marito impeccabile volato in cielo… con uno striscione aereo sventolato da Giovanni Piano, che a bordo di un aereo ha sorvolato la piazza al termine del funerale: “Ciao papà… Martino ti amo, Claudia”.

commenti