DELITTO DELLE GINESTRE

Agropoli, omicidio Borrelli: fissata l’autopsia, si cerca possibile complice di Nezar

AGROPOLI. Potrebbe non aver agito da solo Mrabet Nezar (nella foto a sinistra), il 25enne di origine tunisina reo confesso dell’omicidio a sfondo passionale di Marco Borrelli (nella foto a destra), il 20enne di Agropoli sgozzato con una coltellata alla gola e abbandonato tra cespugli e calcinacci, venerdì scorso, sotto un ponticello della SP430 nei pressi del parco ‘Le Ginestre’.
L’avv. Franco Cardiello, difensore della famiglia Borrelli, chiede infatti un approfondimento d’indagine per verificare se Nezar sia stato aiutato, o meno, nel tendere la trappola mortale a Borrelli, nell’ammazzarlo e nel trascinare il cadavere sul luogo del ritrovamento. Secondo Cardiello, infatti, l’ipotesi che Nezar abbia avuto un complice è da valutare con attenzione in quanto l’italo-tunisino è stato ascoltato dai carabinieri della Compagnia di Agropoli la sera prima del rinvenimento, e poi rilasciato: in quella occasione, oltre a negare ogni addebito, spiegò di essersi incontrato con il rivale per un chiarimento affermando però che, mentre parlavano, un’auto l’aveva poi prelevato e portato via. La stessa sera, al papà di Marco giunse un sms spedito dal cellulare del figlio, il quale lo avvertiva di essere in pericolo e di aver ricevuto minacce: secondo Cardiello, potrebbe essere stato scritto dallo stesso Nezar, o da un presunto complice, per depistare le indagini.
L’avv. Antonio Mondelli, difensore dell’assassino, persegue invece la linea difensiva dell’omicidio d’impeto e non premeditato, nonostante il recupero dell’arma del delitto nei pressi del ponticello, un coltello a serramanico. Anche qui è da dimostrare che Nezar l’aveva con sé, che potrebbe aggravare la sua posizione con la premeditazione, oppure gli sia stato fornito da un complice sopraggiunto nel corso della discussione con Borrelli.
Intanto stamane, davanti al gip del Tribunale di Vallo della Lucania, è fissata la convalida dell’arresto per Nezar, mentre si terrà domani mattina l’autopsia sulla salma di Borrelli, presso la sala mortuaria dell’ospedale ‘San Luca’ di Vallo della Lucania.

commenti