ANCHE A SALERNO

Campania, serrati controlli della Guardia di Finanza agli stabilimenti balneari

CAMPANIA. Nell’ambito della intensificazione delle attività di polizia economico-finanziaria sul mare e lungo la fascia costiera campana, disposte e coordinate dal Reparto Operativo Aeronavale di Napoli, i militari della Stazione navale della Guardia di Finanza di Napoli hanno effettuato, nel corso della settimana, mirati controlli agli stabilimenti balneari presenti nei comuni di Napoli, Salerno, Pozzuoli e Castellammare di Stabia.
In particolare, le pattuglie dei finanzieri del contingente di mare, nel corso dei servizi di perlustrazione del litorale, anche all’esito di specifico monitoraggio effettuato, sfruttando il punto di osservazione privilegiato, ad opera degli equipaggi dei dipendenti mezzi navali, hanno eseguito mirate attività ispettive nei confronti di 10 strutture turistico/balneari del litorale campano.
I controlli hanno riguardato la verifica della regolarità delle concessioni demaniali marittime rilasciate, dei versamenti dei canoni demaniali annui e delle imposte locali tasi e tarsu dovute, oltre che delle autorizzazioni doganali e amministrative inerenti alle specifiche attività svolte.
In concomitanza, nell’ambito della lotta al “carovita”, sono stati inoltre effettuati specifici monitoraggi delle tariffe applicate dai gestori dei lidi per i servizi di noleggio ombrelloni, lettini, sedie sdraio e cabine offerti alla clientela, controllando altresì che le tariffe medesime fossero regolarmente esposte all’ingresso degli stabilimenti balneari.
I controlli si sono conclusi con la segnalazione, alle competenti autorità amministrative, dei gestori di 6 stabilimenti balneari per irregolarità dei titoli autorizzativi, con il sequestro penale delle attrezzature utilizzate in uno stabilimento balneare totalmente abusivo, realizzato in una prestigiosa località del litorale partenopeo, oltre che con la denunzia, alla competente autorità giudiziaria, di un soggetto, resosi responsabile del reato di occupazione abusiva di area demaniale marittima.
In tale ambito si è anche proceduto all’identificazione di 22 lavoratori, regolarmente impiegati presso le citate strutture balneari.
La presenza costante - nelle acque costiere e nel territorio della campania - di unità navali, aeree e terrestri del Reparto di Napoli, impegnate assiduamente nell’assolvimento dei compiti istituzionali di polizia economico-finanziaria, costituisce la garanzia del contrasto alle condotte ed ai traffici illeciti, finalizzati anche alla realizzazione di indebiti profitti in violazione delle norme tributarie ed amministrative, a tutela del corretto andamento del mercato e dei cittadini/consumatori.

commenti