IN FUMO ETTARI DI BOSCO
GUARDA
IL SERVIZIO

Albanella, spaventoso incendio a Fravita: in fiamme azienda zootecnica Lettieri

ALBANELLA. Subito dopo quello divampato a Santa Venere e Linora di Capaccio Paestum, un altro spaventoso incendio si è sviluppato, ieri pomeriggio, anche nel comune di Albanella, dove, in località Fravita, hanno bruciato dalle ore 17:30 circa, fino a notte inoltrata, decine di ettari di area boscata. Le lingue di fuoco hanno investito e completamente distrutto anche la nota azienda zootecnica Domenico Lettieri (nella foto), con le fiamme che hanno raggiunto e devastato diversi capannoni pieni di balle di fieno, mettendo a serio rischio l'area dov’erano confinati decine di capi bufalini, messi in salvo dagli operai, che con l’uso di mezzi meccanici hanno cercato in tutti i modi, ma invano, di arginare la furia del fuoco, che ha raso al suolo l’intera azienda provocando danni ingenti. Impietose le immagini del capannone che collassa, inghiottito dalle fiamme, delle bufale che scappano via terrorizzate e del rogo che ha finito con l’incendiare anche la zona boscata sovrastante l’azienda, riducendo in cenere alberi e piante risalendo l’intera collina, fino a sconfinare in località Scigliati di Capaccio Paestum, a ridosso della vasca del Consorzio di Bonifica pestano, creando il panico nella zona, dove alcune abitazioni sono state lambite dal fuoco.
Paura anche per il locale deposito di rifiuti tossici, sotto sequestro dalla magistratura, che con l’ausilio di escavatori è stato immediatamente isolato onde evitare che l’incendio si trasformasse in un pericoloso disastro ecologico.
Sul posto sono giunti i carabinieri e numerosi agricoltori della zona, che per ore hanno cercato di aiutare l'azienda devastata dalle fiamme, con un via vai di trattori e carrobotti a testimonianza della grande solidarietà tra i vari allevatori ed agricoltori in un momento drammatico non solo per l’azienda Lettieri, ma per l’intera comunità albanellese.
Proteste per l'assenza dei vigili del fuoco, impegnati su altri fronti, giunti solo dopo due ore sul posto, dove sono arrivati subito il sindaco Renato Josca, il vicesindaco Pasquale Mirarchi e l'assessore Domenico Scorziello, che hanno coordinato le operazioni di spegnimento fino a notte inoltrata.

IMMAGINI ESCLUSIVE NEL TGSTILE

commenti