DOPO 20 ANNI

Capaccio, acqua uso irriguo: Consorzio di bonifica attiva quarta pompa di sollevamento a Ponte Barizzo

CAPACCIO PAESTUM. Il Consorzio Bonifica di Paestum ha attivato, ieri, una quarta pompa di sollevamento da 450 kw presso l’impianto di prelievo ed immissione, in rete, di acqua ad uso irriguo, dislocato in località Ponte Barizzo.
I lavori di potenziamento, voluti e disposti in somma urgenza dal commissario straordinario Biagio Franza per fronteggiare il perdurante e straordinario periodo di siccità, sono durati un mese, per un importo di spesa complessivo di circa 100mila euro. In tal modo, d’ora in avanti, entreranno in funzione contemporaneamente non più due ma tre pompe di sollevamento, con una di riserva pronta ad attivarsi in caso di sovraccarico o di avarie.
L’acqua, immessa nel circuito idrico consortile, viene opportunamente prelevata dall’impianto in questione direttamente dal fiume Sele, sempre nella medesima quantità, ma con maggiore razionalizzazione e controllo dell’impianto.
“Le opere murarie per allocare una pompa in più erano state realizzate oltre 20 anni fa – spiega il direttore generale dell’ente di bonifica pestano, Guido Contini, che ha seguito i lavori di manutenzione straordinaria all’impianto – ma dei quattro stalli disponibili, solo tre erano completi di pompa di sollevamento; con questo intervento, l’impianto di Ponte Barizzo diventa ancora più affidabile e sicuro, grazie alla lungimiranza e concretezza operativa del commissario straordinario Franza”.
Il Consorzio rinnova infine all’utenza l’invito ad un uso razionale e parsimonioso dell’acqua, specialmente in questo periodo caratterizzato da scarsa piovosità e temperature elevate.

commenti