BOCCIATO PROGETTO 'PALAGIUNONE'

Capaccio, no alle sfere in Via Nassiriya: Giunta dispone rescissione del contratto di locazione del terreno

CAPACCIO PAESTUM. La Giunta comunale di Capaccio Paestum, presieduta dal sindaco Francesco Palumbo, dispone l’avvio di tutte le procedure necessarie alla rescissione del contratto di locazione passiva dei terreni a ridosso di Via Nassiriya, a Capaccio Scalo, stipulato dall’ente civico nel 2016 nell’ipotesi di ricollocazione delle cupole geodetiche studiata dall’ex Amministrazione Voza (nella foto).
L’atto deliberativo conferma, dunque, quanto già anticipato ad agosto, a StileTV, dal sindaco Franco Palumbo, ovvero che le tre cupole da adibire ad attività culturali, sportive e turistiche, non saranno più montate in Via Nassiriya.
Con propria nota, l’assessore al Bilancio, Giuseppe Troncone, già ad inizio agosto scorso aveva comunicato l’intenzione dell’attuale Amministrazione comunale di non dar seguito al rapporto giuridico in essere nei modi e termini pattuiti al momento della sottoscrizione, tra il Comune e i privati proprietari dei terreni, tenuto conto delle condizioni poste nel contratto di locazione.
L’area in questione, di circa 14mila mq, è di proprietà delle famiglie D’Alessio, Mari e Gaudino, che con l’ente civico avevano concordato un canone annuo di 15.000 euro, per la durata di dieci anni a partire dal primo gennaio 2017, stipulando apposito contratto registrato presso il competente ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate. Il Comune, che ha già versato 8 canoni, dovrà continuare comunque ad onorare il contratto fino a fine anno, pur non avendo mai utilizzato l’area in questione, in quanto nelle more dello stesso è prevista la rescissione, ma con almeno sei mesi di preavviso anno per anno.
La rescissione del contratto boccia, di fatto, il Parco Eventi denominato 'PalaGiunone' nel cuore del centro urbano, immaginato e progettato dall’ex Amministrazione Voza a Capaccio Scalo, comprendente le tre sfere geodetiche all’interno di un’area concepita sul modello dei parchi metropolitani europei.

commenti