INDAGANO I CARABINIERI

Acerno, furto sacrilego nella chiesa Santa Maria degli Angeli: rubati oro e busti del patrono

ACERNO. Nella trascorsa notte, ad Acerno, persone allo stato ignote, dopo aver divelto la protezione in ferro della finestra posta sul retro della chiesa di Santa Maria degli Angeli (nella foto), si sono introdotti all’interno di una stanza adibita a forziere, asportando gli oggetti, sia in oro che sacri, presenti e due busti di San Donato di Arezzo, Patrono di quel Comune. La Chiesa non è dotata di sistema antintrusione né di videosorveglianza. A dare l’allarme, il parroco don Marco De Simone.
Sono in corso indagini da parte dei carabinieri della Stazione di Acerno, supportati da quelli della Compagnia di Battipaglia, diretta dal magg. Erich Fasolino, finalizzate a giungere, quanto prima, all’identificazione dei responsabili. 

 

E sul furto del Busto Reliquario di San Donato (Santo Patrono di Acerno e Co-Patrone della Diocesi di Salerno – Campagna - Acerno), della Statua Processionaria e di tutti gli argenti del Fortino custoditi presso la chiesa madre di Santa Maria degli Angeli, forte è la condanna da parte del sindaco, Massimiliano Cuozzo, e dall’Amministrazione tutta: “La comunità è stata colpita al cuore, le opere trafugate rappresentano un valore inestimabile per il nostro paese. Si confida nell’operato delle Forze dell’Ordine affinché vengano presto individuati i responsabili”.

commenti