CANTIERE SEQUESTRATO DAI VIGILI

Giungano, lavori abusivi nel centro sportivo costato 4 milioni: minoranza chiede lumi all'Amministrazione

GIUNGANO. Riceviamo e pubblichiamo, integralmente, la seguente nota stampa diffusa dai consiglieri di minoranza del gruppo ‘Siamo Giungano’ Massimo Comunale, Antonio Di Napoli e Giuseppe Vaina.

La minoranza chiede chiarimenti su lavori non autorizzati al centro sportivo di Giungano. La polizia municipale ha provveduto, infatti, ad apporre i sigilli al cantiere che si trova nel seminterrato dell’edificio (nella foto). “A seguito di una nostra segnalazione nella mattinata dell’11 settembre abbiamo richiesto al comando dei vigili di verificare la liceità di un cantiere edile al piano seminterrato del centro benessere, in quanto non siamo a conoscenza di alcuna autorizzazione – scrivono anche sulla loro pagina Facebook i consiglieri del gruppo ‘Siamo Giungano’ - questa mattina, a seguito di ispezione da parte del comando dei vigili, è stato constatato che i suddetti lavori sembrano essere privi di qualsiasi autorizzazione e quindi abusivi, e si è proceduto all’apposizione dei sigilli”. Il centro sportivo integrato dedicato al benessere è stato realizzato con un finanziamento regionale nell’ambito delle iniziative per l’accelerazione della spesa dei fondi strutturali, nell’ambito del Por Campania Fesr 2007/2013, per una spesa complessiva di oltre 4 milioni di euro. L’inaugurazione è avvenuta a dicembre dello scorso anno. La gestione è affidata ad una società privata. “Possibile che nessuno si fosse accorto di tale abusivismo? – si domandano i consiglieri di opposizione – per quale motivo realizzare due elementi strutturali al piano seminterrato di un fabbricato completato appena un anno fa e costato circa 4 milioni di euro, ci sono forse carenze strutturali?”. Domande per le quali l’opposizione si attende una risposta dal sindaco e dalla sua maggioranza.

commenti