IL 30 SETTEMBRE

Salerno, Lello Ronca inaugura la sua mostra dedicata a Zaha Hadid

SALERNO. Il Maestro Lello Ronca inaugura la sua mostra il 30 settembre 2017 ore 11,00. Esposizione dedicata a Zaha Hadid, presso STAZIONE MARITTTIMA DI SALERNO, Molo Manfredi, dal 30 settembre all'8 ottobre 2017. Tutti i giorni dalle ore 9,00 alle ore 13,00. Lello Ronca, scultore, pittore, incisore, performer, designer, ceramista, ebanista e restauratore, vive a Salerno. È stato apprezzato da maestri di fama mondiale come Anish Kapoor e incoraggiato da uno dei più grandi innovatori dell’arte di tutti i tempi, Achille Bonito Oliva, il fondatore della “Transavanguardia”, oltre che essere recensito da critici e storici dell’arte internazionali come Giuseppe Siano e Massimo Bignardi. A Salerno, ha collaborato con Ugo Marano e le sue opere sono presenti in palazzi pubblici e collezioni private in Italia, in Europa (Svizzera, Germania), nel Maghreb (Tunisia) e nell’Estremo Oriente (Giappone, Filippine). Con la sua Arte, afferma il valore conoscitivo e intuitivo della forma della visione artistica. Dal 2010 si dedica alle sue lumina-sculptilia, cioè a lastre di specchi flessibili lavorate con il fuoco che ha denominato UNTERUMA, le quali hanno destato l’interesse di Achille Bonito Oliva e sono sostenute, teorizzate e storicizzate da Giuseppe Siano, curatore anche di questa mostra.
UNTERUMA è l’anagramma di Universo-Terra-Umanità ma si può tradurre anche Sotto Uma dove Uma corrisponde alla divinità hindu, sposa del dio Śiva (che ci riporta all’Aria, alla Luce); all’abbreviazione della costellazione dell'Orsa Maggiore e alla sigla dell’Unità di misura della Massa Molecolare e della Massa Atomica.
Dal maggio 2015 è co-fondatore del gruppo nazionale dei Cercatori d’Arte, formato da 7 artisti di origini campane: Giovan Battista De Angelis (residente in Piemonte), Nino Carmine Pitti (residente nel Lazio e deceduto nel 2016), Antonio D’Amore, Adele Ruggiero, Claudio De Lorenzo e Domenico Severino (tutti residenti in Campania)
Lello Ronca, lavora tra Milano, Salerno, e il Parco del Pollino.

commenti