IDENTIFICATO E SANZIONATO

Albanella, lotta al sacchetto selvaggio: pizzicato dalle telecamere ‘cafone’ a bordo di un furgone

ALBANELLA. Sversamento abusivo di rifiuti: ennesimo “cafone” beccato in azione sul territorio comunale. L’inquinatore, grazie alle immagini delle telecamere del sistema di videosorveglianza, è stato immortalato mentre era intento a scaricare un sacco, contenente rifiuti solidi urbani, in località Iscalonga. “I controlli continueranno – afferma il sindaco Renato Josca – perché il nostro territorio va tutelato e preservato da incivili che non rispettano l’ambiente senza pensare alle conseguenze del loro comportamento”. L’uomo, grazie al riconoscimento della targa del furgone bianco su cui viaggiava, è stato identificato e rintracciato dagli agenti della polizia locale, coordinati dal luogotenente Luigi Guarracino. Si tratta di una persona non residente ad Albanella, nei confronti della quale è stata elevata la sanzione pecuniaria prevista in questi casi, pari a 300 euro. Il Comune di Albanella, guidato dal sindaco Renato Josca, su segnalazione dei cittadini ha avviato anche un potenziamento del sistema di videosorveglianza. Nello specifico è prevista l’installazione di un nuovo dispositivo di sicurezza in località Cappasanta, nei pressi del raccoglitore di indumenti usati che, da mesi, viene utilizzato come punto di raccolta di rifiuti indiscriminati di ogni genere. Nuove telecamere sono previste anche lungo le strade comunali, in particolare lungo via Tempone Giampietro, dove vigono i divieti di circolazione per i mezzi pesanti. I dispositivi serviranno ad individuare e multare i trasgressori che causano non pochi disagi ai residenti. L’ente comunale prosegue, dunque, nella sua opera di contrasto all’inquinamento ambientale, avviata sin dall’insediamento dell’amministrazione Josca, tenendo conto delle esigenze del territorio e continuando a rispondere in maniera efficace e celere alle segnalazioni della cittadinanza.

commenti