ATTIVISTI A NAPOLI

‘Basta monnezza a Battipaglia’, protesta approda dinanzi il Consiglio Regionale

NAPOLI. “Basta monnezza a Battipaglia”. La protesta contro l’ampliamento dello Stir ma più in generale per il problema legato ai tanti impianti presenti sul territorio, dovendo convivere da tempo con odori nauseabondi, con ricadute sulla salute della popolazione, ritorna dinanzi il Consiglio regionale della Campania, al Centro Direzionale di Napoli. Qui, era in corso l’Assise dove era stata annullata la discussione sulla mozione presentata dal consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, il capaccese Michele Cammarano, con la richiesta di rivedere la decisione di realizzare l’impianto di compostaggio di Battipaglia. Vincenzo Nobile, Claudio Faraone, Marianna Gioia ed Antonio Pappalardo in rappresentanza del gruppo ‘Amici dell’Ambiente’ e Simona D’Ambrosio, Rosa Grieco, Giulio Maiorano e Giuseppe D’Ambrosio del gruppo ‘C.Attivi’ , partiti stamane da Battipaglia in treno hanno avuto modo di esplicitare ancora una volta la protesta. Presente anche l’assessore all’Ambiente del Comune di Battipaglia, Stefania Vecchio, impegnata in audizione alla Regione per la riunione preliminare per la valutazione dei progetti di bonifica dei siti di stoccaggio provvisorio ammessi alla procedura.

commenti