RIFORMA FUNZIONA

Parco Archeologico di Paestum, +103% d'incassi dall'avvento di Zuchtriegel

CAPACCIO PAESTUM. Funziona la riforma Franceschini per valorizzare i musei italiani. Circa 50 milioni di euro in più di incassi tra il 2013 e il 2016 (+38,4%), con un trend ancora in crescita anche nel 2017 (+13,5%), mentre i visitatori passano dai 38,4 mln del 2013 ai 45,5 del 2016 (+18,5%) puntando a raggiungere i 50 mln nel 2017.
Sono i numeri dei musei statali italiani illustrati, a Roma, nell’incontro del ministro della Cultura, Dario Franceschini, con i direttori dei musei autonomi a tre anni dall’avvio della riforma museale. "La riorganizzazione sta dando i suoi frutti", commenta il ministro sottolineando una "radicale inversione di tendenza".
Soddisfatto anche il direttore del Parco Archeologico di Paestum, Gabriel Zuchtriegel (nella foto intervistato dal Tg1), presente nella capitale per l’occasione, secondo il quale “Paestum dimostra con chiarezza che chi dice che i musei autonomi non fanno ricerca non conosce la nostra realtà”.
Zuchtriegel ha sottolineato che Paestum è stato il primo museo autonomo ad avviare uno scavo stratigrafico per una maggiore conoscenza dei quartieri abitativi e della fase preromana. Sono state avviate anche nuove analisi archeometriche e visite guidate agli scavi con l’obiettivo di riavvicinare il grande pubblico, individuando anche privati e mecenati in grado di ‘finanziare e sponsorizzare’ restaur.
Inoltre, in collaborazione con l’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro, Zuchtriegel ha ripreso il piano annuale di manutenzione del tempio di Nettuno che era stato abbandonato otto anni fa. La stessa cosa sarà fatta al tempio di Atena.

commenti