STORIA DELLO SPORT ITALIANO

Unisa, ‘Mai Dopo le ventitré’: presentato il volume di Franco Carraro ed Emanuela Audisio

UNIVERSITÀ. Oggi in Ateneo la presentazione di “Mai Dopo Le Ventitré”, il libro scritto da Franco Carraro insieme alla giornalista Emanuela Audisio.

L’opera nasce dal racconto degli episodi significativi della storia dello sport italiano disvelati da Franco Carraro attraverso le domande mirate della giornalista di Repubblica.

“Ho avuto la possibilità di osservare il Paese nelle sue evoluzioni – ha dichiarato il Senatore Carraro - questa Università dimostra come il tempo sia passato e non invano. Ho visto Salerno una realtà evoluta, adeguata ai livelli europei e la sua Università è un esempio di bellezza ed efficienza”. Nel commentare il suo libro, Carraro ha dichiarato: “Lo sport insegna, è disciplina con se stessi, organizzazione dei tempi e messa alla prova delle proprie capacità. Lo sport aiuta per questo anche nella vita”.

La presentazione è proseguita con l’intervento della giornalista Emanuela Audisio, che rivolgendosi ai tanti studenti in Aula, ha affermato: “Avete un campus americano e molta fortuna a studiare qui. Sono contenta di vedere che a Salerno c’è tutto questo. Non è stato semplice scrivere questo libro, per la riservatezza dell’autore. Eppure questo libro dimostra che l’uomo è ciò che fa”.

“La partecipazione di tanti nostri studenti - ha aggiunto il Rettore Tommasetti - è sicuramente merito del fatto che lo sport incarna i valori-simbolo della nostra Università: passione, determinazione, sacrificio.  Avere come ospite Franco Carraro significa potere ascoltare la testimonianza preziosa di un uomo dello sport, un uomo della politica, un uomo dell’impresa. Un uomo dunque che ha vissuto più vite in una. Una persona che porta la sua complessa e completa esperienza all’ascolto dei nostri studenti e della nostra comunità universitaria. Ancora una volta siamo fieri di aver costruito un’occasione di incontro e conoscenza, utile alla formazione dei nostri studenti”.

In seguito alla presentazione, dopo le numerose domande rivolte agli autori da parte del pubblico in sala, gli ospiti hanno visitato il campus di Fisciano.

commenti