VERSO IL VOTO

Politiche 2018, Cammarano provoca Alfieri: “M5S cerca portatori di riforme, non di voti"

SALERNO. “Il Movimento 5 Stelle è lontano dalla politica del Pd che ci costringe a seguire per mesi la telenovela su De Luca junior, e che ora sposta l’attenzione su mister fritture di pesce Franco Alfieri. A differenza del Partito Democratico che si concentra unicamente sui portatori di voti il M5S sceglie uomini che siano portatori di riforme”. Commenta così Michele Cammarano, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, all’indomani delle dichiarazioni rilasciate dal consigliere delegato all’Agricoltura, Franco Alfieri, che aveva lamentato discordia in casa Pd sulla sua candidatura. “Alfieri dovrebbe occuparsi del ruolo che attualmente svolge in Regione come consigliere delegato all’agricoltura, settore totalmente trascurato e privo di visione strategica, benché sia di interesse primario per la nostra economia e il nostro turismo”.
“Il nostro metodo prevede che i cittadini scelgano i portavoce. Chiunque sarà candidato ed eletto con il Movimento 5 Stelle, sarà garanzia di onestà, competenza e trasparenza” ribatte anche il deputato Angelo Tofalo che interroga: “Vi sembra normale candidare il figlio di un governatore che vive di politica da decenni? È normale candidare chi, a detta dello stesso governatore De Luca, sa portare i voti dal territorio?” e ricorda a voce alta le parole utilizzate dallo stesso De Luca nel novembre 2016: “Prendiamo Franco Alfieri, notoriamente clientelare. Come sa fare lui la clientela lo sappiamo. Una clientela organizzata, scientifica, razionale come Cristo comanda. Che cosa bella”. Ieri nel corso di una intervista rilasciata a Stile Tv, lancia un vero e proprio ultimatum al Partito Democratico, tanto a livello nazionale quanto a livello locale: “Sfido nel collegio uninominale di Mr frittura di pesce il principe Piero De Luca alle prossime politiche”.

commenti