ONLINE DAL 4 DICEMBRE

‘La mia depressione’, il videoclip del Conte Biagio è un carnevale tra le rovine

MUSICA. Ecco ‘Il Conte Biagio’ nel nuovo video – prodotto da La Balena – de “La mia depressione”, pezzo che dà il titolo al riuscitissimo album dell’eclettico cantautore della provincia di Salerno.

Diretto da Angelo Cariello e Valentina Gaudiosi, il video è ambientato in uno dei ‘paesi fantasma’ più famosi e suggestivi del mondo: il borgo antico di Romagnano al Monte, in provincia di Salerno, abbandonato dopo il terremoto del 1980 e rimasto fermo a quella data epocale.

Qui, tra i vicoli pericolanti e il vuoto surreale della piazza, prende forma – tra la polvere di quell’eterno cantiere che è l’esistenza di tanti lavoratori precari – una festa tumultuosa e variopinta che è un vero e proprio antidoto alla depressione, un festival della danza a cui prendono parte tre diversi corpi di ballo (la Murga Los Espantapajaros, la scuola di danza Invito alla danza e il Gruppo Folklorico Caggiano) mentre un corteo di lavoratori sfila al fianco del Conte Biagio urlando la propria rabbia.

“La mia depressione costa tanti soldi e io lavoro per pagarmela. Se ho la depressione è che lavoro tutti i giorni, tutti i giorni”, così recita la canzone che, come il videoclip, racconta una storia dove gli incastri tra opposti generano un tutt’uno indivisibile e irrefrenabile, una domanda che nell’epoca contemporanea ha assunto nuove tinte: vivere per lavorare o lavorare per vivere?

‘La mia depressione’ è un brano che rivela, nel testo e nella musica, tutto il talento del cantautore, capace di affrontare i grandi temi – come quello del lavoro – con sagacia e ironia, mischiandovi elementi della vita quotidiana.

Prodotto da La Balena, il video è stato realizzato con il patrocinio del Comune di Romagnano al Monte e con il contributo di Bandiera Bianca. Il montaggio del videoclip è di Angelo Cariello, mentre Valentina Gaudiosi ha curato la fotografia.  A completare la squadra de La Balena, Silvia Sfratta (segretaria di produzione) e Dario D’Angelo e Roberto Rufolo (assistenti di produzione).

Il video è online dal 4 dicembre e sta già spopolando su youtube, per guardarlo basta connettersi all’indirizzo: www.youtube.com/watch?v=JMm-fj2wjyc.

commenti