SEQUESTRO E DENUNCIA

Capaccio, finanzieri e vigili urbani sgomberano stabile occupato da immigrati dell'Est

CAPACCIO PAESTUM. Nell’ambito di un’operazione congiunta, mirata al controllo dell'immigrazione clandestina sul territorio, i militari della Guardia di Finanza della Compagnia di Agropoli, diretti dal cap. Ciro Sannino, e gli agenti della polizia municipale di Capaccio Paestum, coordinati dal ten. Antonio Rubini, hanno dato esecuzione stamane ad un’ordinanza di sgombero di una palazzina (nella foto) sita in Via Gromola Varolato, nei pressi dell’isola ecologica comunale.
In tutto 15 le persone identificate e sgomberate, in prevalenza di nazionalità polacca e rumena, tutte senza alcun regolare contratto di affitto: lo stabile, non idoneo allo scopo, era già stato posto sotto sequestro, nel 2010, a seguito di un blitz della Polizia di Stato che portò allo sgombero di una trentina di extracomunitari africani. Dopo il relativo procedimento penale, l’edificio è stato dissequestrato, con il proprietario che è tornato, però, ad ospitarvi persone in maniera illegale.
Nell’ambito di un’operazione, sono stati apposti i sigilli anche ad ulteriori opere abusive riscontrate in loco, con una nuova denuncia a piede libero per i titolare e relativa informativa trasmessa alla Procura della Repubblica di Salerno per i provvedimenti del caso.

commenti