PAURA IN CENTRO

Capaccio Scalo, lanciano sassi dal sottopasso: colpita auto, caccia ai balordi

Alfonso Stile
11 febbraio 2018 10:38

4825

0

102

CAPACCIO PAESTUM. Lanciano sassi dal sottopasso ferroviario di Capaccio Scalo e centrano in pieno un’auto in transito, guidata nella circostanza da un 22enne del posto.
Il gravissimo episodio è avvenuto nella tara serata di ieri, intorno alle ore 22:00, quando la sua Alfa Romeo Giulietta è stata colpita sul tetto dell’abitacolo da una pesante pietra (nella foto): a bordo della vettura, che dal Rettifilo viaggiava in direzione del centro urbano, vi erano il giovane, residente in località Sorvella, e la sua fidanzata. Nell’udire il violento impatto della pietra sulla carrozzeria, il 22enne si è fermato poco più avanti, scendendo immediatamente dalla vettura per verificare l’accaduto e raccogliere il sasso, notando diversi ragazzi fuggire proprio lungo il sottopasso, dove spesso si arrampicano per apporre striscioni e scritte. Fortunatamente, non è stato centrato il parabrezza, che poteva frantumarsi creando pericolo al conducente, che si è recato immediatamente presso la vicina Stazione dei carabinieri dei Capaccio Scalo, diretta dal l.te Serafino Palumbo, per sporgere denuncia contro ignoti.
È stato un vero e proprio tiro al bersaglio, dunque, quello messo in atto da balordi incoscienti, ubriachi o peggio ancora vogliosi di ammazzare la noia, e le persone, lanciando sassi dal cavalcavia: ad appurarlo saranno le indagini dei carabinieri della Compagnia di Agropoli, coordinata dal cap. Francesco Manna.
Ora è caccia ai responsabili, con i militari dell’Arma che passeranno al setaccio le immagini delle telecamere di videosorveglianza di alcuni negozi della zona, nonché quelle della polizia locale piazzate nei pressi della locale rotatoria, al fine di individuare possibili sospetti o comunque per capire se si sia trattato di un gesto isolato o di un vero e proprio ‘gioco pericoloso’ messo in atto da un gruppo di scalmanati, visto che non è la prima volta che capita.

commenti