INCASTRATI DAI CARABINIERI

Cava de' Tirreni, truffa dello specchietto: un arresto e due divieti di dimora

Comunicato Stampa
10 marzo 2018 12:40

419

0

4

CAVA DE TIRRENI. Nella nottata odierna i Carabinieri della Tenenza di Cava dei Tirreni hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misura cautelare, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Nocera Inferiore ,a carico di 3 indagati, ritenuti responsabili di concorso in tentata truffa ed estorsione. In ossequio al provvedimento restrittivo, richiesto dalla locale Procura della Repubblica, che ha coordinato le indagini svolte dai militari dell’Arma, i carabinieri hanno sottoposto alla custodia in carcere un 55enne di Mugnano di Napoli ed hanno applicato il divieto di dimora, nell’intera regione Campania, ad un 30enne, anch’egli di Mugnano, e ad una 36enne di Qualiano.
I fatti risalgono allo scorso mese di dicembre quando i tre, a bordo del loro autoveicolo, avevano tentato di praticare la cosiddetta truffa dello specchietto ad un 33enne originario della costiera sorrentina, che però, avvedutosi del raggiro, aveva cercato di allontanarsi eludendo le loro richieste dopo aver inizialmente finto di accondiscendere accettando di farsi accompagnare da loro ad uno sportello bancomat. A quel punto i tre, determinati a conseguire l’ingiusto profitto, lo avevano inseguito fin lungo l’autostrada speronandolo ripetutamente e costringendolo a cercare riparo all’interno di un’area di servizio. Contestualmente all’esecuzione dei provvedimenti cautelari personali i carabinieri hanno sottoposto, a sequestro preventivo, l’autoveicolo utilizzato dai tre presunti estorsori per porre in essere le illecite condotte.

commenti