BLOCCO CONFERIMENTI

Stir Battipaglia, Consiglio provinciale verso messa in liquidazione di Ecoambiente

Redazione
16 aprile 2018 15:33

351

0

10

BATTIPAGLIA. Nella seduta, convocata per mercoledì 18 aprile, del Consiglio provinciale spicca la messa in liquidazione della società Ecoambiente. L’assise di palazzo Sant’Agostino, presieduta da Giuseppe Canfora, prenderà atto della procedura per liquidare la società per azioni, dopo l’avvio dell’iter da parte dell’assemblea straordinaria. E le ricadute sono tutte sul funzionamento dell’ex Stir di Battipaglia, gestito da Ecoambiente, con le già sicure ripercussioni di questi giorni sul conferimento, considerando che centri come Angri, Cava de’ Tirreni e Scafati sono stati costretti ad emanare ordinanze di divieto di conferimento dell’indifferenziato, per il blocco a nuovi ingressi di rifiuti nella struttura di via Bosco II, la stessa che dovrà essere sottoposta a lavori per ospitare sito di compostaggio. Attacchi, in queste ore, anche dai sindacati. La Cigl funzione pubblica va a denunciare il fallimento della trattativa, in Prefettura, a Salerno, dello scorso 9 aprile.  “La Regione Campania è risultata la grande assente- accusa la Cgil- nonostante le gravi criticità economiche in cui versa la società. Siamo di fronte all’ennesimo affronto che si consuma a danno dei lavoratori che, con grandissimo senso del dovere hanno sempre risposto positivamente alle richieste d’impegno ulteriore che di volta in volta si sono palesate, sacrificando per tutto il 2017 le proprie famiglie, le ferie, i festivi per poter garantire il prosieguo della produzione. Molteplici le responsabilità che hanno portato alla situazione attuale, varie Governance Aziendali si sono succedute senza mai arrivare a soluzioni che potessero alleviare le criticità, nonostante i tecnici presenti in azienda avessero prodotto dei piani operativi fattibili e perseguibili”. E nonostante lo stato di agitazione, i dipendenti di Ecoambiente hanno sempre provato a tenere in vita l’ex Stir di Battipaglia. 

commenti