INTERROGAZIONE AL SINDACO

Eboli, Pd all’Amministrazione: “Riaprire asilo nido a Santa Cecilia”

Comunicato Stampa
11 giugno 2018 09:29

840

0

30

EBOLI. Riceviamo e pubblichiamo la nota inviata alla nostra redazione dal capogruppo consiliare del Partito Democratico al Comune di Eboli, Pasquale Infante: “La riapertura dell’asilo nido in località S. Cecilia – si legge - è un servizio pubblico utile e necessario ai tanti genitori ma soprattutto alle tante mamme che esercitano attività lavorativa e professionale contribuendo al sostentamento del proprio nucleo familiare.
Abbiamo raccolto e raccogliamo in proposito le segnalazioni e le lamentele di tanti cittadini di S. Cecilia e di tutte le aree periferiche (Cioffi, Corno D’Oro, Campolongo, Aversana, ecc.) che non si spiegano il motivo per cui l’amministrazione comunale ha soppresso questo importantissimo servizio pubblico.
E come dargli torto visto che la popolazione di S. Cecilia e delle altre zone periferiche negli ultimi anni ha subito un forte incremento dovuto ai nuovi insediamenti abitativi e produttivi realizzati in loco con conseguente crescita della popolazione attiva ma con la soppressione in loco di questo importante servizio pubblico come l’asilo nido. Molti di questi genitori hanno dovuto rinunciare a svolgere la loro attività lavorativa.
Sul territorio l’unico Asilo Nido presente è quello Comunale del Paterno ubicato a circa 10 - 15 Km dalle aree periferiche di S. Cecilia, Cioffi, Campolongo, Corno D’Oro, ecc.
Una distanza notevole che non consente, vista anche la mancanza più volte segnalata di corse dei servizi di trasporto pubblico dalle periferie al centro cittadino, alle famiglie di raggiungere l’unico asilo nido presente e poi raggiungere il posto di lavoro in tempo utile.
Uno stato di difficoltà e disagio della popolazione che va affrontato con urgenza e determinazione magari rinunciando a qualche sagra o festa (nel 2017 abbiamo speso più di centomila euro in questo settore) ma riteniamo che i cittadini capiranno e sapranno apprezzare questo piccolo sacrificio per dotare la nostra comunità delle aree periferiche di un servizio pubblico necessario e utile a tutte le famiglie”.

commenti