NEL LUGLIO 2019

Aeroporto Pontecagnano, fusione con Capodichino slitta di un anno

Redazione
10 luglio 2018 09:57

352

0

9

PONTECAGNANO. Con un atto integrativo, la Regione ufficializza lo slittamento della fusione tra l’Aeroporto di Salerno spa e la Gesac, società che gestisce lo scalo di Napoli. L’iter, quindi, si concluderà tra dodici mesi, nel luglio del 2019, quando diverrà effettiva la nuova governance dell’aeroporto di Pontecagnano. E’ la Giunta retta dal presidente Vincenzo De Luca a stabilire il differimento del termine entro il quale, dopo tanta attesa, lo scalo salernitano inizierà ad ospitare voli di linea dirottati da Capodichino. In ballo c’è la concessione definitiva del Costa d’Amalfi per far partire a tutti gli effetti l’intenzione di creare, con la gestione dei due aeroporti, la rete integrata degli scali in Campania. Nelle ultime settimane, intanto, s’era registrata la presa di posizione della stessa società Aeroporto di Salerno Costa d’Amalfi Spa sulle accuse del Movimento 5 Stelle che parlava di un “fallimento da 2 milioni di euro l’anno”. I dati forniti, in una nota stampa, evidenziavano perdite per il triennio 2015-2017 in discesa, con 1 milione e 242 mila euro per lo scorso anno. Anche in quel frangente, si faceva riferimento “all’importante operazione societaria finalizzata alla costituzione, primo esempio in Italia, di una rete aeroportuale regionale”. Il tutto, però, slitterà al 2019.

commenti