“PIANO STRATEGICO”

Eboli, Pd esprime idee per Consiglio su futuro fascia costiera

Comunicato Stampa
11 luglio 2018 09:30

313

0

8

EBOLI. Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa emessa dal gruppo consiliare del Partito Democratico al Comune di Eboli, guidato da Pasquale Infante: “Dopo una prima richiesta di convocazione del Consiglio Comunale sul futuro della fascia costiera presentata dal Gruppo Consiliare PD in data 07/10/2017 e le reiterate sollecitazioni in conferenza di Presidenza come opposizione, finalmente siamo riusciti, dopo mesi, ad ottenere la convocazione del consiglio comunale sulla fascia costiera ebolitana al fine di poter discutere e fissare insieme le linee di indirizzo politico e programmatico da fornire nel processo di sviluppo di quest’area importantissima del nostro territorio che sta vivendo uno stato di scarsa sicurezza e rispetto della legalità e un profondo stato di degrado e di abbandono.
Siamo a tre anni dall’insediamento dell’amministrazione Cariello, alla quarta stagione estiva ed abbiamo ravvisato la necessità di richiamare l’attenzione dei nostri amministratori distratti sul fatto che bisogna avviare un lavoro di programmazione e di sviluppo della fascia costiera al centro del dibattito politico nella nostra città.
C’è bisogno di una politica comunale, che non vediamo purtroppo, attenta, accorta e lungimirante che tenda ad avvicinare le decisioni alle esigenze dei territori ricorrendo ad una programmazione integrata e organica.
Per questo come gruppo consiliare PD avanzeremo nel corso del consiglio comunale di domani all’amministrazione comunale una nostra proposta di delibera che impegni il Sindaco e la Giunta ad attivarsi per risolvere le tante criticità presenti sul nostro litorale: dal problema dalla sicurezza e del rispetto della legalità sulla nostra costa, allo stato di degrado e abbandono della marina di Eboli al problema della prostituzione, dal problema dell’erosione dell’arenile che va fermato dando corso al grande progetto del ripascimento alla scarsa pulizia della pineta e dell’intero litorale, dai cumuli di immondizia ai bordi delle strade alle discariche di rifiuti a cielo aperto, dalla necessità di controllare gli scarichi abusivi alla mancanza dell’impianto di depurazione, dalla mancanza di controlli sanitari sulle attività alimentari e di somministrazione presenti in loco all’assenza di regolari autorizzazioni amministrative, dalla mancanza della rete fognaria nelle periferie fino ad arrivare alla mancanza di acqua potabile in alcune aree del litorale, ecc.

C’è bisogno per far questo di un piano strategico di rilancio della fascia costiera in grado di coniugare Agroindustria e Turismo affidando ai nostri uffici comunali ed eventualmente a tecnici esterni l’avvio di uno studio di fattibilità tecnica ed economica per la realizzazione di un progetto di sviluppo che interessi l’intero litorale ebolitano.
Ravvisiamo inoltre la necessità, vista l’importanza dell’area oggetto di intervento, di proporre la nomina di una commissione consiliare speciale che segua (gratuitamente) i lavori e i progetti portati avanti dal nostro Comune su questa importante tematica ossia lo sviluppo della fascia costiera.
Per favorire questo processo di sviluppo della nostro litorale richiediamo al Sindaco e alla Giunta di attivarsi da subito per ottenere il riconoscimento dalla Regione Campania e dal Governo Centrale della ZES (zone economiche speciali) per questa area in modo da poter sfruttare i forti vantaggi fiscali e burocratici per le imprese che intendono investire sul nostro territorio.
Queste saranno le nostre proposte formalizzate in un’apposita proposta di delibera nel Consiglio Comunale di domani che spero possano essere condivise anche dagli altri gruppi politici presenti.
La nostra fascia costiera non ha nulla da invidiare alle altre fasce costiere presenti in Italia e riteniamo che da questa ipotesi di sviluppo dipenda in maniera diretta la crescita economica e sociale dell’intero territorio ebolitano, della Marina di Eboli e di tutta la fascia costiera a sud di Salerno”.

commenti