15 SETTEMBRE

Padula, Premio Internazionale "Joe Petrosino": nel weekend la 17^ edizione

Comunicato Stampa
11 settembre 2018 15:37

392

0

1

PADULA. Testimoni di questo tempo che con il proprio lavoro sono stati e sono impegnati sui temi della legalità, anche a rischio della proprio vita. Persone che ogni giorno diffondono uno dei valori più alti sui quali tutti sono chiamati ad un impegno, in ogni campo, in ogni condizione, in ogni luogo. Seguendo questo obiettivo il Premio internzionale Joe Petrosino, giunto alla sua XVII edizione, organizzato dall’associazione internazionale “Joe Petrosino”, anche quest’anno celebrerà alcuni di questi testimoni, che rappresentano per il nostro Paese un faro, un riferimento. Sabato prossimo, 15 settembre, a Padula, patria del poliziotto eroe, ucciso per mano della mafia, si terrà la premiazione nella quale verranno consegnati i riconoscimenti .
Il programma
I momenti del Premio avranno inizio alle ore 9, con l’incontro in Piazza Umberto I, a cui seguirà la visita alla casa museo “Joe Petrosino”. Un luogo che rappresenta un autentico viaggio nella vita di questo poliziotto che ha le sue origini a Padula e qui, in questa casa, oggi di proprietà comunale divenuta un museo sempre più visitato, è possibile conoscere lo scorrere della sua via, fino al suo ultimo viaggio prima di trovare la morte a Palermo. Alle 10,30, presso la nuova Sala conferenze della Certosa di San Lorenzo si terranno le premiazioni. Il Presidente dell’associazione, Vincenzo La Manna, insieme al sindaco, Paolo Imparato, alla Presidente dell’associazione “Joe Petrosino Sicilia”, Annamaria Corradini, al pronipote, Nino Melito Petrosino interverranno alla cerimonia. Sarà presente anche il Sottosegretario all’Interno, Carlo Sibilia.
I premiati
Quest’anno i premiati sono il giudice Leonardo Guarnotta, già componente del pool Antimafia, insieme a Falcone e Borsellino; le giornaliste Federica Angeli e Marilù Mastrogiovanni; il Generale dei carabinieri e già comandante della Sezione anticrimine di Palermo, Angiolo Pellegrini; il Generale della Guardia di Finanza, Umberto Rapetto, già comandante del Gruppo anticrimine tecnologico; Gaetano Saffiotti, imprenditore e testimone di giustizia. A moderare l’incontro sarà la giornalista del Mattino, Margherita Siani.
“Il Premio rappresenta per noi un momento fuocale – dice il presidente dell’associazione, Vincenzo La Mamma – per diffondere, in Italia e nel mondo, il nome di Petrosino, il valore del suo impegno, grazie anche ad una rete tra associazioni ed istituzioni perché è insieme che è possibile cogliere i frutti migliori di questo lavoro”.

commenti