LETTERA-DENUNCIA

Autovelox Rutino, accesso atti negato: querelle Russo-Rotolo finisce in Procura

Comunicato Stampa
06 novembre 2018 09:56

421

1

3

RUTINO. Finisce in Procura la querelle tra il Comune di Rutino e l’Associazione ‘Noi Consumatori’ di Castellabate in merito alla legittimità dell’autovelox mobile utilizzato dall’ente civico su diverse strade. Il presidente dell’Associazione, l’avv. Giuseppe Russo, ha infatti inviato una missiva alla magistratura vallese denunciante la negazione dell’accesso a tutti gli atti, in particolare i verbali del Consiglio comunale, inerenti il dispositivo di rilevazione di velocità, da parte del segretario comunale. La lettera è stata inoltrata, per conoscenza, anche al prefetto di Salerno ed al difensore civico della Regione Campania.
“In merito al diritto di accesso agli atti negato dal segretario comunale del Comune di Rutino, retto dal sindaco Giuseppe Rotolo - si legge nella missiva - in violazione della legge 241/90 circa l’accesso agli atti e del decreto legislativo del 25 maggio 2016, n. 97 alias Freedom of Information Act (FOIA), si richiede: alla prefettura di Salerno di intervenire a tutela del diritto leso; al difensore civico della Campania di garantire il diritto di accesso negato; alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania di aprire un’opportuna indagine affinché valuti se sussistono i presupposti per l’ipotesi di reato di abuso d’ufficio con l’aggravante dell’abuso di potere”.

commenti