DECISO DA ECOAMBIENTE

Stir Battipaglia, aumento costi conferimento: rischio aggravio Tari nei Comuni

Redazione
05 dicembre 2018 11:35

189

0

3

BATTIPAGLIA. Come già paventato a Cava de’ Tirreni, nelle scorse settimane, per l’aumento dei costi di conferimento l’aumento della Tari è dietro l’angolo non solo per il comune metelliano ma anche per gli altri 157 centri della provincia di Salerno. Saranno le Amministrazioni a decidere, nei prossimi mesi,ma un risvolto dell’emergenza che si vive nell’ex Stir di Battipaglia è l’aumento della tariffa, stabilita da EcoAmbiente Salerno, che porta da 149 a 196 euro il costo a tonnellata per conferire nello stabilimento dell’area industriale battipagliese. Il rincaro che è stato stabilito dal commissario liquidatore della società partecipata della Provincia di Salerno, Vincenzo Petrosino, s’adegua alle tariffe che da anni vengono praticate negli altri Stir della Campania: il mancato adeguamento, secondo Petrosino, è costato otto milioni alle casse della società che ha rischiato il fallimento. Ed ora la palla passa ai Comuni, già alle prese con le difficoltà di conferimento del secco indifferenziato nello stabilimento di via Bosco II. Alle viste, quindi, il presumibile aumento della tassa dei rifiuti per venire incontro al maggior esborso per i costi. 

commenti