L'APPELLO

Centro Regionale Veterinario ai sindaci: "No ai botti di Capodanno"

Comunicato Stampa
30 dicembre 2018 22:31

406

0

40

SALERNO. Il Sindaco del Comune di Albanella Renato Josca ha firmato l’ordinanza N. 29 del 28/12/2018 sulla prevenzione dei rischi derivanti dall’impiego di artifici pirotecnici in occasione del Capodanno, inserendo nella premessa l’art. 3 del D.P.R 31.03.1979 che attribuisce al Sindaco anche “la vigilanza sull’osservanza delle leggi e dei regolamenti generali e locali, relativi alla protezione degli animali presenti sul proprio territorio”.

Il Sindaco Josca ci offre l’opportunità per fare una considerazione sul ruolo degli animali nella nostra società e sul benessere che ogni amministratore e/o detentore di animale dovrebbe assicurare agli animali.

Gli effetti dello stress e della paura provocati dai petardi, fuochi d’artificio possono essere di due tipi: diretti, legati all’ alterazione dell’equilibrio psico-fisico dell’animale; e indiretti, in quanto i fuochi possono scatenare una naturale reazione di spavento che inducono gli animali alla fuga, allo smarrimento o addirittura a ferirsi in caso di incidenti.
Gli animali hanno l'udito molto più sviluppato di quello umano e i forti rumori li gettano nel panico, inducendoli a reazioni istintive e incontrollate come gettarsi nel vuoto, divincolarsi follemente per fuggire, scavalcare recinzioni e fuggire in strada mettendo seriamente a repentaglio la loro incolumità e quella dei passanti.

La nuova riforma della Protezione Civile ha previsto che le calamità naturali sono una catastrofe anche per gli animali, che dovranno essere soccorsi e salvati seguendo i piani di intervento emergenziali della Protezione Civile grazie all’intervento dei servizi veterinari delle Asl e delle associazioni animaliste. L’Articolo 1 del nuovo Codice della Protezione Civile definisce il servizio come “l’insieme delle competenze e delle attività volte a tutelare la vita, l’integrità fisica, i beni, gli insediamenti, gli animali e l’ambiente dai danni o dal pericolo di danni derivanti da eventi calamitosi”.

L’ordinanza è uno strumento valido per garantire la sicurezza delle persone, degli animali e delle cose dalla “cattiva usanza” di utilizzare artifici pirotecnici in occasione della festa del Capodanno.
No “botti” e più sicurezza per il benessere dei nostri animali.

commenti
consigliati