BIMBA DI UNA COPPIA DI AGROPOLI

Battipaglia, neonata morta in ospedale: al via il processo

Anna Vairo
15 maggio 2019 09:38

919

0

17

BATTIPAGLIA. Si è tenuta, lunedì mattina, la prima udienza del processo che vede imputati due sanitari, un medico ed un’ostetrica dell’ospedale di Battipaglia, indagati per il decesso della piccola Sofia Maria, la bimba venuta alla luce alla 35esima settimana di gravidanza, il 16 gennaio dello scorso anno. Il dibattimento si è aperto presso la III Sezione penale del Tribunale di Salerno. A presiedere l’udienza il giudice D’Antuono che ha ammesso le prove rinviando il dibattimento al 14 ottobre prossimo quando saranno sentiti, in aula, i genitori della piccola, in qualità di persone offese, e i consulenti della Procura. Secondo l’accusa, entrambi gli indagati “in concorso colposo tra loro, ponendo in essere ciascuno una condotta colposa produttiva dell’evento, cagionavano per colpa, consistita in imprudenza, negligenza e imperizia, la morte della neonata”.
L’inchiesta fu aperta in seguito alla denuncia effettuata dai genitori della piccola, una coppia di rumeni regolarmente residenti ad Agropoli, assistiti dagli avv. Marco Nigro ed Eraclite Mautone che, nel frattempo, hanno avviato anche una causa civile di risarcimento intentata nei confronti dell’Asl Salerno, chiedendo complessivamente una somma che sfiora il milione di euro, atteso che a presentare la richiesta di risarcimento non sono solo i genitori, ma anche la sorellina e gli zii della piccola. La prima udienza del procedimento civile, celebrato davanti al giudice monocratico Cesare Taraschi, in un primo tempo fissata per il 30 maggio prossimo, è stata rinviata al 26 novembre 2019, su richiesta dell’azienda sanitaria salernitana che, nel costituirsi in giudizio, ha chiesto di chiamare in “garanzia” la propria compagnia assicurativa.

commenti
consigliati