NOTA STAMPA

Capaccio, appello di Desimone: "Uniamo il paese per un paese normale"

Comunicato Stampa
07 giugno 2019 21:17

4242

0

0

CAPACCIO PAESTUM. Ballottaggio a Capaccio Paestum. Riceviamo e pubblichiamo, integralmente, la seguente nota stampa diffusa dall'avv. Pietro Desimone, portavoce della coalizione guidata dal candidato sindaco Italo Voza.

La storia si ripete. Ancora una volta soccombe la parte moderata del paese. Questo è un fatto. A pochi giorni dalla chiusura della compagna elettorale, puntualmente entra in azione la “macchina del fango”. La politica che dovrebbe essere la costruzione di un percorso serio sulle cose da fare, diventa uno spettacolo ad ingresso libero. L’unione delle due coalizioni è una cosa molto seria. Come tale andrebbe rispettata. Con il cosiddetto “apparentamento” si è voluto dare inizio ad una nuova storia umana e politica. Una sintesi. Un fatto senz’altro positivo per il paese. Invece, si è voluto cogliere l’occasione per aprire una nuova fase divisiva e lacerante.
Mi chiedo a chi giova. Credo che giovi a quelli che, di professione, fanno i guastatori. Ora capisco il perché i miei figli, e non solo, non vogliono fare politica. Ora capisco perché tanta gente preferisce non andare a votare. La loro è una protesta contro la nullità della politica. Per un momento ho pensato che si potesse archiviare il passato, insieme ai suoi errori e alle sue contraddizioni. Invece così non è stato. Il paese ne esce ancora più diviso e a tratti lacerato. La colpa è della politica e dei suoi soliti attori ormai ben noti. Pochi in verità ma sempre vincenti. Un ulteriore fallimento della politica. L’ennesimo oltraggio alla nostra storia e alla nostra dignità.
Ma la colpa è anche di coloro che restano in silenzio. Quelli che dovrebbero essere di esempio in virtù del loro importante ruolo, ma che preferiscono tacere. Caro Italo, ti ho sostenuto con coerenza. Non ti ho mai sentito parlare male di qualcuno, eppure di torti ne hai subito. E questa è una tua virtù. Sei una persona perbene, con la tua carica umane ed ideale. So bene quali sono i tuoi sentimenti verso il paese. Sono convinto che questo il paese lo abbia capito. E tanto ci basta. In un atto di amore verso il nostro paese, rimettiamo il treno sulle rotaie. Fissiamo l’immagine all’ultimo confronto televisivo tra te ed Alfieri. Una bella pagina di storia. Un confronto corretto. Aiutiamo i cittadini nelle loro scelte con il silenzio. Hanno tutti gli elementi per farlo. Non serve turbare ed inquinare. Non serve incendiare i pozzi. Poi sarà difficile spegnerli. Non rispondiamo, quindi, alle provocazioni. Non facciamo confusione. Non usiamo gli stessi metodi. I cittadini sono stanchi. Vogliamo solo un voto libero e sereno. In attesa diamo comunque inizio al principale obiettivo del nostro programma: “Uniamo il paese per un paese normale”.

commenti
consigliati