SALVEZZA CONQUISTATA

Playout Venezia-Salernitana: rigori premiano i granata che conservano la B

Francesco Vinci
09 giugno 2019 21:01

547

0

0

VENEZIA. Al termine di una partita infinita, decisa solamente ai calci di rigore, la Salernitana conserva la serie B, con il Venezia che torna in serie C dopo due anni, al termine delle due sfide playout. Inizio di partita su ritmi molto alti, con la prima grande occasione di marca veneziana: al 6’ Bocalon, l’ex di turno spara il pallone su Micai, a tu per tu con l’estremo difensore granata. Gli ospiti guidati da Leonardo Menichini provano a insidiare la porta difesa da Vicario, ma sono i lagunari a passare al 40’: punizione di Bentivoglio, Modolo controlla con il sinistro e spara un destro all’incrocio, imparabile per Micai, per l’1-0 dei ragazzi di Serse Cosmi. Al 45’ Salernitana in dieci per l’espulsione di Minala, per gomitata a Modolo.
Nel secondo tempo, la Salernitana prova a riequilibrare l’incontro: al 55’ il tiro di Anderson , un sinistro violento, ma di poco fuori. Menichini richiama proprio Anderson, gettando nella mischia Orlando. Al 64’ il veneziano Lombardi sfonda sulla fascia destra, con l’intervento provvidenziale di Micai sull’accorrente Rossi. Al 72’ il siluro di Di Tacchio, dopo la torre di Djuric, va di poco al lato. Il Venezia ci prova prima con Domizzi poi con Pinato, senza successo. Si va ai tempi supplementari: nei playout di B infatti non valgono i gol in trasferta. Nei tempi supplementari regna la paura e si segnala il miracolo di Micai al 112’, sul tiro di Lombardi. Dopo 120’ minuti di adrenalina, la salvezza passa attraverso i calci di rigore: decisivi gli errori dal dischetto dei veneziani Bentivoglio e Coppolaro, mentre trasformano i granata Casasola, Calaiò, Pucino e Di Tacchio. La Salernitana conquista la permanenza in cadetteria, tirando un forte sospiro di sollievo al termine di una stagione romanzesca, ma chiusa con la salvezza. Testa ora ai festeggiamenti per i 100 anni del club, in programma per il prossimo 19 giugno.

VENEZIA-SALERNITANA (1-0 dopo 120’)

VENEZIA: Vicario, Zampano, Modolo (68’ Coppolaro), Domizzi, Bruscagin, Lombardi, Schiavone (112’ Suciu), Bentivoglio, Pinato, Rossi (96’ Pimenta), Bocalon (67’ Zigoni). A disp.: Lezzerini, Facchin,Cernuto, Fornasier, Besea, Segre, Zennaro, St.Clair. All.: Serse Cosmi.
SALERNITANA: Micai, Pucino, Migliorini, Mantovani, Lopez (85’Memolla), Odjer (119’ Mazzarani), Di Tacchio, Minala, Casasola, Djuric (117’Calaiò), Anderson A (57’ Orlando). A disp.: Vannucchi, Anderson D., Volpicelli, Gigliotti, Schiavi, Rosina, Akpra Akpro. All.: Leonardo Menichini
ARBITRO: Gianluca Aureliano di Bologna coadiuvato da Davide Imperiale di Genova e Pietro Dei Giudici di Sesto Latina. IV Uomo: Eugenio Abbatista di Molfetta.
AMMONITI: Pimenta, Bocalon, Schiavone
ESPULSI: Minala al 45’.
SPETTATORI: 3500

commenti
consigliati