DOMANI POSSIBILE ANNUNCIO

Capaccio, sindaco Alfieri vara la Giunta: impazza il toto assessori

Alfonso Stile
11 giugno 2019 17:49

7545

CAPACCIO PAESTUM. In attesa della cerimonia di proclamazione ufficiale a sindaco di Capaccio Paestum, che dovrebbe tenersi domani al municipio del Capoluogo alla presenza del prefetto, Franco Alfieri è alle prese con la composizione della nuova Giunta, che dovrebbe essere annunciata sempre nella giornata di domani: come più volte ribadito dal primo cittadino, i nomi saranno scelti all’interno delle liste che lo hanno appoggiato in campagna elettorale. Intanto in città, come di consueto, impazza il toto assessori, che dovrebbero essere subito cinque, con Alfieri che, almeno per ora, probabilmente terrà per sé le deleghe a Lavori Pubblici, Urbanistica e Personale.
Un posto praticamente sicuro nell’esecutivo dovrebbe andare ad Antonio Di Filippo, giovane e brillante avvocato capaccese, che ha raccolto tra l’altro 212 voti nella lista Concretezza e Stabilità, la più votata della coalizione: per lui si vocifera anche di un possibile ruolo di vicesindaco.
In auge anche i nomi di Fabio Scariati (204 voti con Democrazia Capaccese) insieme a quelli di Antonio Scariati ed Eugenio Guglielmotti (rispettivamente 159 e 147 voti nella lista Uniti per Capaccio Paestum), senza escludere un fedelissimo di Alfieri come Lucio Conforti (156 voti in Concretezza e Stabilità).
Nell’ottica del rispetto delle quote rosa, in Giunta devono entrare due donne: in pole Stefania Nobili, la più votata dell’intero schieramento elettorale con 348 voti nella lista Democrazia Capaccese, la cui nomina favorirebbe il subentro in Consiglio comunale di Fabio Scariati; gettonato anche il nome di Maria Rosaria Picariello (279 voti con Alfieri Sindaco) che farebbe posto nell’assise civica a Giovanni Cirone (200 voti); in lizza anche l’ex vicesindaco della Giunta Palumbo, Maria Antonietta Di Filippo (220 voti con il Popolo di Capaccio Paestum), che favorirebbe l’ingresso di Fernando Maria Mucciolo (161 voti); buone chance e referenze anche per Angela Di Lucia (191 voti nella lista Concretezza e Stabilità). Ma Alfieri potrebbe riservare una deroga al criterio scelto per la Giunta in onore del compianto amico e sindaco Franco Palumbo, cui ha dedicato il suo trionfo elettorale: nominare, in Giunta, la figlia Sabrina Palumbo.
Per il ruolo di Presidente del Consiglio Comunale, anche qui il nome di Stefania Nobili appare in vantaggio per i motivi indicati in precedenza e nel caso non entri in Giunta, ma anche Ettore Bellelli ed Emanuele Sica sarebbero, ad oggi, nei pensieri di Franco Alfieri.
Al momento, questa è la composizione della maggioranza consiliare (10 seggi): Stefania Nobili (Democrazia Capaccese), Antonio Mastrandrea e Gianfranco Masiello (Concretezza e Stabilità), Emanuele Sica e Maria Rosaria Picariello (Alfieri Sindaco), Igor Ciliberti (Alfieri per Capaccio Paestum), Ettore Bellelli (Uniti per Capaccio Paestum), Pasquale Accarino (Energie in Comune), Angelo Merola (Insieme per Alfieri) e Maria Antonietta Di Filippo (Il Popolo di Capaccio Paestum).
Per quanto concerne l’opposizione, non si registrano rinunce né forfait: tra i banchi della minoranza siederanno dunque Italo Voza, Enzo Sica, Luca Sabatella (Tre Torri), Ulderico Paolino (Avanti Capaccio Paestum), Francesco Longo (Insieme Sicambia) e Angelo Quaglia (Fdi).

commenti
consigliati