ORDINANZA CAUTELARE

Capaccio, Consiglio di Stato rigetta tutti gli appelli della Croce Azzurra

Alfonso Stile
10 settembre 2019 12:03

2717

CAPACCIO PAESTUM. Il Consiglio di Stato respinge tutti gli appelli cautelari presentati dalle Croce Azzurra di Capaccio, Acerno ed Agropoli confermando la sospensione delle convenzioni dell’associazione di volontariato con l’ASL Salerno, relativamente alle postazioni di Agropoli, Capaccio Paestum, Santa Maria di Castellabate ed Acerno nonché per il servizio Trasporto in Ambulanza di determinate tipologie di pazienti. Il Collegio della Terza Sezione, presieduto dal Presidente Marco Lipari, in sede giurisdizionale, con apposita ordinanza cautelare, riuniti tutti gli appelli presentati dalle ONLUS difese dall’Avvocato Marcello Fortunato e ribadendo le motivazioni espresse nel precedente decreto cautelare pronunciato dal Presidente titolare della stessa Sezione Franco Frattini, ha respinto tutti i ricorsi della Croce Azzurra, in quanto “non sussistono i presupposti del periculum in mora in relazione ai paventati rischi di ordine sanitario”, ritenendo gli eventuali danni patrimoniali, come rilevato nel decreto presidenziale, “comunque ristorabili”. A resistere agli appelli la ASL Salerno ritualmente costituitasi, anche in appello, con il patrocinio degli Avvocati Valerio Casilli ed Emma Tortora nonché la contro-interessata Associazione Gi.Vi. Giovani Vincenti assistita dal Professore Paolo de Caterini ed Avvocato Ferdinando Belmonte. 

commenti
consigliati