REGIONE FINANZIERÀ OPERA

Capaccio, carenza idrica al Capoluogo: approvato progetto da 5 mln di euro

Alfonso Stile
02 dicembre 2019 17:37

1343

CAPACCIO PAESTUM. L’Amministrazione comunale di Capaccio Paestum, retta dal sindaco Franco Alfieri, mette mano all’annoso problema idrico al Capoluogo pianificando un intervento massiccio e definitivamente risolutivo. Nell’ambito del progetto relativo ai ‘Lavori di ristrutturazione, rifunzionalizzazione e potenziamento della rete fognaria e della rete idrica sul territorio comunale’ di 26.8 milioni, approvato dalla Giunta il 20 giugno scorso, con apposita delibera è stato dato il via libera alla cantierizzazione del progetto esecutivo dello stralcio funzionale relativo agli ‘Interventi sulle reti idriche e sui serbatoi a Capaccio Capoluogo’, pari a 5 milioni di euro, di cui 3.7 a base d’asta. In precedenza, l’ente civico aveva coinvolto l’A.S.I.S. e il Consorzio Bonifica di Paestum al fine di individuare la migliore soluzione in sinergia con gli enti coinvolti nella gestione del servizio idrico integrato.

La questione era stata sollevata, nel corso dell’ultimo Consiglio comunale, anche dal consigliere comunale di opposizione Franco Longo, il quale, sottolineando la cronica frustrazione dei residenti alle prese da molti anni con la mancanza di acqua potabile in particolare nel periodo estivo, aveva chiesto lumi sull’attuale gestione e manutenzione della rete, nonché sulle fonti di approvvigionamento utilizzabili dislocate in altri comuni. “Abbiamo avuto in questi mesi diversi incontri con l’Asis, che non può garantire un ulteriore potenziamento nell’erogazione, e con il Consorzio Bonifica di Paestum, che invece annovera numerosi pozzi inutilizzati nel comune di Campagna - ha spiegato il sindaco Alfieri nel corso dell’assise civica – pertanto, grazie ad una serie di mirate progettazioni messe a disposizione gratuitamente dall’ente di bonifica pestano retto dal presidente Roberto Ciuccio, che ringrazio pubblicamente, in Giunta abbiamo approvato un progetto esecutivo e cantierabile che porterà la pressione idrica a 50 litri al secondo, grazie alla costruzione di adduzioni che da Albanella giungeranno in località Chiorbo e dal Chiorbo poi al Capoluogo, nonché al rifacimento dell’attuale e vetusta rete idrica interna ed alla ristrutturazione dei serbatoi; la prossima settimana sarò in Regione Campania per chiedere il finanziamento dell’opera, e credo che per fine anno avremo anche il relativo decreto, provvedendo immediatamente ad indire la gara d’appalto”. “Tutto questo è stato fatto in 5 mesi – ha concluso il primo cittadino capaccese – rispetto al nulla fatto invece dal consigliere Longo per 15 anni”.

commenti
consigliati