SU DELIBERA CONSILIARE DEL 2005

Capaccio, eccidio Foibe: FdI chiede intitolazione di un luogo pubblico

Comunicato Stampa
10 febbraio 2020 11:42

836

CAPACCIO PAESTUM. Si è tenuto nella serata di domenica 2 febbraio scorso a Capaccio Paestum, nella sede del locale circolo di Fratelli d’Italia, un incontro che ha voluto celebrare ‘Il Giorno del Ricordo’. Una cerimonia ricca di emozioni per ricordare i caduti delle Foibe d’Istria, italiani vittime degli eccidi durante la Seconda Guerra Mondiale per mano di milizie dell’ex Jugoslavia. Durante l’incontro, il già consigliere comunale Luciano Farro ha illustrato la delibera di Consiglio comunale n. 14 del 31\03\2005 (nella foto), con la quale all’unanimità fu approvata l’individuazione di un’area del territorio comunale capaccese da intitolare alla memoria alle vittime delle Foibe. Se ciò accadesse, il Comune di Capaccio Paestum diventerebbe uno dei primi, in Italia, ad adottare tale iniziativa. Al riguardo, i due consiglieri comunali di minoranza, Angelo Quaglia e Vincenzo Sica, presenti all’incontro, si faranno sostenitori di un’apposita richiesta, formalmente protocollata al Sindaco dal circolo locale di FdI, per dar seguito alla delibera consiliare del 2005. All'incontro capaccese sono intervenuti il portavoce provinciale Imma Vietri, il portavoce cittadino Franco Sica, la vice coordinatrice Michela Di Spirito, il dirigente Luciano Farro, i consiglieri comunali Angelo Quaglia e Enzo Sica, il responsabile cultura del circolo capaccese di Fratelli d’Italia Gerardo Stabile e la professoressa Creola Izzo, autrice del libro “Le Foibe, perché”.

 

commenti
consigliati