EMERGENZA COVID-19

Coronavirus, anche il Consorzio Bonifica Paestum posticipa riscossione tributi

Comunicato Stampa
16 marzo 2020 09:19

860

CAPACCIO PAESTUM. Al fine di garantire il corretto svolgimento delle attività del comparto agricolo, zootecnico e di trasformazione agro-alimentare, comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi, conformemente a quanto disposto dai recenti D.P.C.M. in materia di contrasto alla diffusione del Covid-19 e misure collaterali, il Consorzio Bonifica di Paestum sta ponendo in essere ogni azione volta a garantire l’erogazione dei servizi indispensabili alle attività produttive e commerciali operanti in tali settori.

Parimenti, nell’ottica di diminuire i disagi legati all’attuale emergenza sanitaria, l’ente diretto dal presidente Roberto Ciuccio disporrà la proroga dei termini per l’emissione degli avvisi di pagamento per bonifica ed irrigazione, nonché delle fatture per canoni di acquedotto per l’anno 2020. Per quanto concerne i tributi di bonifica ed irrigazione nonché i canoni di acquedotto relativi alle annualità precedenti, continueranno ad essere riscossi in via diretta dal Consorzio, senza alcun aggravio di interessi e spese di esazione a carico dei consorziati, che potranno usufruire anche di eventuali dilazioni nel pagamento.

In questa ultima ipotesi, non sono previsti rinvii o proroghe, sia per rispetto dei consorziati che vi hanno già provveduto, sposando così la linea della comprensione ma anche del rigore adottata dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco, Franco Alfieri, sia per sostenere economicamente lo sforzo che l'Ente consortile sta mettendo in campo per assicurare al meglio l'erogazione dei propri servizi, all'esito di una lunga e poco oculata gestione commissariale.

 

commenti
consigliati