LETTERA DEL SINDACO

Trentinara, avviata distribuzione di mascherine: il messaggio di Carione

Comunicato Stampa
25 marzo 2020 18:56

1041

TRENTINARA. Il Comune di Trentinara ha avviato stamane la distribuzione di dispositivi di sicurezza (mascherine) per fronteggiare l’emergenza legata alla diffusione dell’epidemia da Covid-19. Il sindaco Rosario Carione, intanto, ha voluto lanciare un nuovo messaggio alla cittadinanza:

“Cari Concittadini, è questo un periodo particolarmente difficile, un momento in cui ci ritroviamo a combattere una guerra contro un nemico invisibile e vengono chiesti a tutti noi, grandi sforzi e privazioni, ma insieme uniti come una grande famiglia, sono certo, ne usciremo vincenti. È nota a tutti la grande difficoltà nel reperire dispositivi di protezione (mascherine) e la carenza di tale prodotto ha impegnato noi stessi nella ricerca per giorni. Abbiamo ritenuto che in questa lotta importante ognuno di noi dovesse avere i mezzi necessari per difendersi ed è per questo che abbiamo deciso di acquistare e consegnare un dispositivo di protezione per ogni componente del nucleo famigliare utile per proteggerVi, ma anche simbolo e messaggio di vicinanza ed unione. Nel rispetto delle regole previste dalla normativa per combattere la diffusione del Covid-19, vi invitiamo ad utilizzare la mascherina e di farlo solo quando è strettamente necessario ovvero, quando avrete necessità di recarVi presso le strutture commerciali o di prodotti di prima necessità (ad es. negozi di generi alimentari, farmacia, banca etc.), dove è inevitabile la presenza di altre persone e comunque mantenendo la distanza interpersonale di almeno un metro. Viene chiesto ad ognuno di noi senso civico e responsabilità, sono certo che Voi cittadini di Trentinara, saprete ancora una volta dimostrarla, dando un segnale di grande maturità. È un momento questo dove ciascuno deve fare la propria parte, nessuno escluso, in quanto responsabile della salute di sé stesso, della propria famiglia e dei propri cari. Stare a casa non è un’opzione, ma la misura più efficace per rallentare la diffusione dell’epidemia ed è perciò un dovere che tutti noi dobbiamo osservare. Limitiamo le uscite realmente allo stretto indispensabile, rinunciando anche ad alcune abitudini così ne usciremo più velocemente e senza ripercussioni. Credetemi, questo non è un momento semplice nemmeno per me, sindaco di questo splendido Paese, che con onore provo a rappresentare al meglio delle mie capacità, mi si stringe il cuore nel vederlo deserto, in un clima di paura, di ansia che io stesso vivo in un silenzio assordante, ma sono certo che insieme, supereremo questo momento, apprezzando poi con maggiore consapevolezza la “normalità” della nostra vita e la bellezza della nostra terra”.

commenti
consigliati