NOTA STAMPA

Altavilla, 5 Stelle accusano: "Erogati meno della metà dei buoni spesa Covid"

Comunicato Stampa
25 giugno 2020 16:48

778

ALTAVILLA SILENTINA. Riceviamo e pubblichiamo la nota del Meetup Attivisti M5S di Altavilla Silentina, che puntano il dito contro l’Amministrazione guidata da Antonio Marra, rea di aver erogato ai cittadini bisognosi solo una parte dei buoni spesa a disposizione durante l’emergenza Covid-19.

“Esprimiamo la nostra amarezza per l’atteggiamento di indifferenza del Comune di Altavilla Silentina che, nonostante un nostro esplicito sollecito a mezzo di comunicato stampa datato 16 aprile 2020 e le continue pressioni, con ordinanza n. 30 del 15/05/2020, erogava soltanto una somma pari ad euro 31.465,00 di buoni spesa alimentari (meno della metà), a fronte di 65.394,75 di euro assegnati dal Capo dipartimento di Protezione Civile, già da marzo 2020, nelle casse del Comune. In un periodo storico drammatico, con i cittadini che, ogni giorno, si aggrappano alla speranza di ricominciare a vivere e tornare il prima possibile alla normalità, questa immotivata inerzia è espressione di una mancanza d’amore per la propria gente, che a stento riesce ad andare avanti per le difficoltà di sostentamento economico e sociale dovute dall’emergenza Covid-19 che ha messo in ginocchio l’Italia. Si tratta di un atto dovuto, oltre che un'espressione di umanità. È pertanto, ingiustificabile e oltremodo eticamente immorale e scorretto, non distribuire la restante somma pari ad euro 33.929,75 a titolo di buoni spesa alimentari. Si tratta di risorse riconosciute dal Governo a tutti i Comuni d’Italia, per aiutare le famiglie in gravi difficoltà economiche, che difficilmente riescono ad approvvigionarsi di generi di prima necessità e ad affrontare questa drammatica situazione. Ne consegue che, non sussistendo alcuna valida motivazione a trattenere questa somma di liquidità nelle casse del Comune ed essendo un giusto ed etico diritto riceverla, chiediamo che il primo cittadino e tutta la giunta comunale, oltre a fornirci spiegazioni di questa inerzia, si attivino il prima possibile per distribuire questi bonus spesa ai cittadini in difficoltà”, concludono gli attivisti pentastellati”.

commenti
consigliati