SERIE D

Gelbison: il Novara, il Covid e la vittoria sull'Acireale. Il bilancio 2020

Francesco Vinci
31 dicembre 2020 09:47

1273

VALLO DELLA LUCANIA. Si chiude un 2020 nero per il calcio dilettantistico, tra i più colpiti dall’emergenza Covid-19. In serie D tempo di bilanci per Gelbison. 

La squadra di Vallo della Lucania, che registra gli addii dei calciatori Gianmarco Tedesco e Alessandro Cangemi, ha chiuso l’anno solare con la bella vittoria per 3-2 sulla capolista Acireale. Il 2020 si era aperto con la sconfitta per 2-1 sul campo della Fidelis Andria nel girone H dello scorso torneo, concluso anzitempo per il Coronavirus agli inizi di marzo, dopo la vittoria per 2-1 al “Morra” contro l’Audace Cerignola. In estate l’addio al tecnico Luigi Squillante, arrivato il novembre precedente in sostituzione di Alessio Martino con la squadra al settimo posto al momento dello stop definitivo deciso da Lega Dilettanti e Figc. Il nuovo allenatore, il romano Pino Ferazzoli, debutta ufficialmente sulla panchina dei vallesi nella storica partita di Novara, primo turno della Coppa Italia dei ‘grandi’: finirà 3-1 per i piemontesi dopo il vantaggio iniziale dei rossoblù con Coulibaly. Cinque giorni dopo la vittoria nel primo derby cilentano contro il Santa Maria, un entusiasmante 3-2 in doppia rimonta. Da allora risultati altalenanti e il novembre nero, con sedici casi accertati di Covid nel gruppo squadra e la rinascita, rappresentata dall’acuto contro l’Acireale. Continua a crescere intanto il progetto Comprensorio Gelbison voluto dal presidente, Maurizio Puglisi, che annovera a oggi ben 21 Comuni cilentani. 

commenti
consigliati