EX SINDACO AI DOMICILIARI

Eboli, ricorso bis di Cariello al Riesame per tornare in libertà

Redazione
12 gennaio 2021 10:54

1513

EBOLI. L’ex sindaco di Eboli, Massimo Cariello, chiede di nuovo di ritornare in libertà. Si è tenuta ieri, infatti, l’udienza bis davanti al Tribunale del Riesame, presieduto dal giudice Dolores Zarone: la decisione è attesa nei prossimi giorni. Cariello, assistito dagli avvocati Costantino Cardiello e Cecchino Cacciatore, è agli arresti domiciliari dal 9 ottobre scorso per le accuse di corruzione ed abuso d’ufficio. L’ex primo cittadino ebolitano, se il verdetto del Riesame non muterà, resterà dunque ai domiciliari almeno fino all’inizio del processo con giudizio immediato, fissato per il 18 gennaio prossimo, davanti ai magistrati della seconda sezione penale del Tribunale di Salerno, dopo il ‘no’ alla scarcerazione incassato anche dal gip Alfonso Scermino. Il Riesame, infatti, aveva rigettato la richiesta dei legali poiché “con il peso acquisito, Cariello poteva proseguire la sua interferenza nella gestione della cosa pubblica”. La posizione di Cariello, che ha rassegnato le dimissioni dall’incarico un mese dopo l’arresto, è stata stralciata da quella degli altri 21 indagati, tra tecnici, imprenditori, politici e funzionari pubblici, già raggiunti da avviso di conclusione delle indagini preliminari. 

commenti
consigliati