RICONOSCIMENTO FIGC

Calcio giovanile, Gelbison e Santa Maria si confermano Scuole Calcio d'Élite

Comunicato Stampa
25 febbraio 2021 16:18

1180

VALLO DELLA LUCANIA. Per il terzo anno consecutivo la Gelbison è Scuola Calcio D’Elitè. La società del presidente Maurizio Puglisi con il Settore Giovanile e Scolastico ha ottenuto l’importante riconoscimento della FIGC. La Federazione annualmente censisce tutte le società di calcio che svolgono attività didattica giovanile nelle categorie di base (Piccoli Amici, Primi Calci, Pulcini ed Esordienti) qualificando Élite quelle che hanno determinati requisiti e che hanno raggiunto determinati obiettivi. Una Scuola di Calcio con qualifica Èlite è il riconoscimento più importante a livello nazionale. Nell’ultimo anno l’emergenza coronavirus non ha reso possibile riprendere tutte le attività della Scuola Calcio ma il riconoscimento é motivo di orgoglio e premia l’impegno che l’Asd ha da sempre verso il Settore Giovanile. “È per noi un risultato di tutto rispetto – sottolinea la vice presidente Vincenza De Luca – che premia quanto fatto fino ad oggi, speriamo di riprendere il prima possibile il lavoro con tutto lo staff e naturalmente con i ragazzi del Settore Giovanile e della Scuola Calcio”.

La Polisportiva Santa Maria ottiene invece per il quinto anno consecutivo il riconoscimento di Scuola Calcio Èlite dal Settore Giovanile e Scolastico della FIGC.Il club giallorosso, caro alla famiglia Tavassi-Carrano, figura ormai in pianta stabile tra le scuole calcio èlite del territorio salernitano a conferma dell’importante lavoro che si sta facendo con i giovani.Grazie a un team di tecnici qualificati, infatti, la società cilentana ha sempre considerato, tra le priorità, il Settore Giovanile, che può vantare numerosi iscritti, dai Piccoli Amici agli Allievi. Anche quest’anno, in un contesto mondiale di difficoltà a causa della pandemia, nel rispetto delle normative in materia di contrasto al Covid-19 e dei protocolli federali, la scuola calcio giallorossa ha ripreso le attività, dando la possibilità ai giovani atleti di vivere un momento di svago e di divertimento sul rettangolo verde.

 

commenti
consigliati