OSPITERÀ XXIII BORSA DEL TURISMO

Capaccio Paestum, ex tabacchificio: parte iter per la bonifica dell'amianto

Redazione
04 settembre 2021 11:17

1329

CAPACCIO PAESTUM. Parte l’iter burocratico per la rimozione dell’amianto dall’ex tabacchificio Siam. A seguito dell’approvazione da parte della Giunta comunale del progetto esecutivo dei lavori, con apposita determina a firma del funzionario apicale dell’Area Lavori Pubblici e Manutenzioni, l’ing. Gianvito Bello, il Comune di Capaccio Paestum ha indetto la relativa gara d’appalto, a procedura negoziata con il criterio del minor prezzo, per la messa in sicurezza e bonifica dell’intera struttura, per un importo a base d’asta di 825mila euro finanziato con fondi propri dell'ente. 

Il complesso sito in località Cafasso (nella foto) è stato scelto dall’Amministrazione civica retta dal sindaco, Franco Alfieri, per ospitare la XXIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, appositamente rinviata dal 25 al 28 novembre prossimi proprio per consentire lo svolgimento dei lavori, che dovranno dunque essere ultimati in tempo utile al fine di consentire, agli organizzatori, di allestire adeguatamente la kermesse.

Raccogliendo l’invito del curatore fallimentare della società ‘Vecchio Borgo Srl’ proprietaria dell’immobile, il Comune di Capaccio Paestum si è aggiudicato, come unico offerente, l’asta per la locazione dell’ex tabacchificio Siam per l’importo di euro 50.000 annui, voluta anche nell’ottica di un futuro acquisto dello stabile, tutelato dalla Soprintendenza in quanto esempio di archeologia industriale.

commenti
consigliati