Capaccio, parco Capodifiume: procura rimuove sigilli ed ordina abbattimento opere abusive

Angela Sabetta
27 giugno 2012 08:23

2384

0

0

CAPACCIO. Devono essere abbattute le opere realizzate abusivamente all’interno del parco tenuta Capodifiume (nella foto), sito nel comune di Capaccio Paestum nell'omonima località. Il provvedimento è stato emesso dalla Procura di Salerno che, a tale scopo, ha disposto il dissequestro delle opere illegali per consentire l’avvio degli interventi di demolizione delle stesse. La rimozione dei sigilli sarà effettuata dal personale della Forestale di Foce Sele, diretta dal comandante Marta Santoro. Il sequestro fu eseguito lo scorso mese di settembre, a seguito dei controlli effettuati dai caschi verdi, che accertarono diverse violazioni alle norme urbanistiche. I sigilli scattarono per un intero complesso edilizio, con annessi terreni ed aree demaniali, per un’area complessiva di 30mila metri quadrati nell’ambito del parco naturalistico e tenuta Capodifiume. Dagli accertamenti effettuati all’epoca  dalla Forestale, emerse che il titolare aveva realizzato, nel corso del tempo, dei manufatti abusivi che si sono perpetrati fino ad oggi, come chioschi, depandance ed altre strutture, realizzate nel parco senza che il proprietario del complesso fosse in possesso delle necessarie autorizzazioni. Nel corso dei  sopralluoghi effettuati a settembre scorso, fu accertata infatti la presenza di numerose strutture illegali, la cui costruzione ha comportato, di fatto, anche la modifica dei terreni circostanti attraverso uno stravolgimento morfologico dei luoghi originari. Gli immobili contestati insistono su un’area pubblica appartenente al demanio idrico dello Stato e sono stati edificati senza che siano stati rilasciati i necessari titoli concessori. Opere che, ora, dovranno essere abbattute dagli stessi proprietari per consentire il ripristino dello stato dei luoghi, altrimenti dovrà provvedere direttamente il Comune di Capaccio Paestum.  

commenti
consigliati