ESTUARIO DEL FIUME TOTALMENTE 'STROZZATO'
guarda il servizio

Sele, foce completamente ostruita da sedimenti terrigeni e legnosi: allertate autorità competenti

Redazione
28 agosto 2014 09:48

2930

CAPACCIO PAESTUM. La strozzatura alla foce del Sele, segnalata in passato da StileTV, si è ingrandita a tal punto da arrivare a toccare da parte a parte entrambe le rive del fiume, dove il defluire delle acque, in mare, è ridotto notevolmente a causa della moltitudine di detriti che, ammassandosi e compattandosi, hanno formato una sorta di ‘tappo’ innalzando il livello del fondale (nella foto). Una problematica ben nota che, negli ultimi anni, ha portato non pochi disagi e danni al territorio, soprattutto durante autunno ed inverno, quando le abbondanti precipitazioni e il costante dissesto idrogeologico causano allagamenti ed esondazioni che, a più riprese, mettono in ginocchio il comprensorio capaccese, anche quest’anno finito sott’acqua. “Al momento la foce del Sele è completamente ostruita e l’acqua defluisce attraverso un piccolo e stretto canale solamente dal lato sud”, evidenzia il consigliere comunale delegato alla fascia costiera, Maurizio Paolillo, il quale ha protocollato al Comune una richiesta d’intervento e sopralluogo da parte delle autorità competenti, segnalando l’esigenza di “un intervento al fine di scongiurare quello che, purtroppo, è accaduto lo scorso anno con le relative catastrofiche conseguenze”. Segnalazioni, nei mesi scorsi, sono pervenute da più parti: sollecitazioni e grida d’allarme sono state lanciate da associazioni del territorio e cittadini, così da protezione civile, tecnici comunali di Capaccio e funzionari del Consorzio di bonifica di Paestum, alle prese con le solite problematiche. La principale criticità, però, resta quel lembo dunale artificiale che strozza la foce del Sele, una sorta di istmo che normalmente restringe di oltre il 50% la capacità di deflusso in mare del fiume, facendolo così ingrossare lungo il suo corso, a monte. Un estuario, quello del Sele, intasato da un accumulo stazionario di sedimenti terrigeni e legnosi, tra l’altro maleodorante e ricolmo di rifiuti di ogni tipo, che ostruisce notevolmente il punto esatto in cui il fiume sfocia in mare.

commenti
consigliati