COINVOLTE LE SCUOLE

San Gregorio Magno, celebrata la Giornata nazionale degli alberi

Comunicato Stampa
22 novembre 2021 08:55

928

SAN GREGORIO MAGNO. In occasione della Giornata Nazionale degli Alberi, si è svolta ieri, presso la sede della scuola secondaria di primo grado di San Gregorio Magno, l’iniziativa “Adotto un albero”, giunta quest’anno alla quarta edizione. L’iniziativa si pone l’obiettivo di promuovere la tutela dell’ambiente, la riduzione dell'inquinamento e la valorizzazione degli alberi ed è stata promossa dall’APS Meditj, dall’Istituto Comprensivo di San Gregorio Magno e dall’associazione Radici, che ha donato sei piante da frutto che sono state messe a dimora nel giardino della scuola.Un melograno, un ulivo, un mandorlo, un ciliegio, un corbezzolo e un melo da oggi sono affidati alle cure dei giovani allievi, che hanno preso parte all’iniziativa con grande entusiasmo e interesse. 

“Quest’anno – dichiara il presidente dell’associazione Radici Carmine Cocozza - abbiamo voluto partecipare anche noi per portare ai ragazzi il nostro messaggio, che è racchiuso nel nome della nostra associazione. Dell’albero sono visibili la chioma, il fusto, i frutti, ma non ciò che più conta le radici, che affondano nella nostra terra. Mettere a dimora un albero è un gesto semplice ma importante, un albero dona bellezza, ossigeno, frescura, purifica l'aria e arricchisce il paesaggio. Come associazione ci stiamo battendo ogni giorno a difesa della biodiversità di un territorio come il nostro ricco di bellezza”. 

“Con la messa a dimora di nuovi alberi – sottolinea il presidente dell’APS Meditj Giuseppe Ursi - giunge a compimento un percorso durato tre anni, che ci ha visti impegnati con i ragazzi in un gran numero di attività volte a promuovere la tutela ambientale e comportamenti responsabili e consapevoli. Abbiamo realizzato murales, disegni, una statua, i ragazzi hanno persino vestito i panni di giornalisti in erba realizzando interviste legate al tema ambientale. Ora questi nuovi alberi sono affidati alla loro cura, sono certo sapranno raccoglierne i frutti”.

“Si tratta – conclude la dirigente scolastica Mariarosaria Cascio - di un’iniziativa inserita in un progetto che l’associazione Meditj sta portando avanti già da qualche anno, con impegno ed entusiasmo. Entusiasmo che gli esperti riescono a trasmettere ai nostri piccoli alunni. La continuità e la tenace collaborazione con l’istituzione scolastica hanno permesso di raccogliere nel tempo risultati molto positivi e gratificanti”.

commenti
consigliati