MANIFESTAZIONE D'INTERESSE

Capaccio Paestum, Comune punta ad acquisire immobili sequestrati al Rettifilo

Anna Vairo
03 giugno 2022 11:08

3038

CAPACCIO PAESTUM. Il Comune di Capaccio Paestum ha manifestato interesse all’utilizzo e all’acquisizione al patrimonio indisponibile dell’Ente civico di diversi immobili presenti sul territorio e definitivamente confiscati alla criminalità organizzata. La richiesta è stata inoltrata all’ente civico dall’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità Organizzata (A.N.B.S.C.), dopo che i beni sono stati devoluti all’Erario dello Stato a seguito della definitività e irrevocabilità dei provvedimenti di confisca. Gli immobili sono localizzati al Rettifilo, in Via Sandro Pertini: nel dettaglio, si tratta di tre locali commerciali, che misurano rispettivamente 450 metri quadrati il più ampio, 158 e 36 metri quadri gli altri due; a questi si aggiungono due terreni la cui superficie misura 774 e 24 metri quadrati e, sempre al Rettifilo, una villa di 386 metri quadri; e due box-garage rispettivamente di 65 e 64 metri quadrati. 

In virtù della richiesta avanzata dalla Prefettura di Salerno - Ufficio Territoriale del Governo di eseguire una verifica sullo stato attuale di occupazione degli immobili, il Comune ha disposto l’esecuzione di appositi sopralluoghi da parte della Polizia Municipale. 

Gli immobili saranno utilizzati per finalità istituzionali e sociali, in amministrazione diretta, impiegando risorse finanziarie proprie in bilancio, incrementate con la realizzazione di idonee progettualità, con la partecipazione di finanziamenti a livello europeo. Nelle intenzioni dell’Amministrazione Alfieri impiegare i suddetti beni confiscati alla criminalità per procedere all’istituzione di uffici pubblico-istituzionali e di presidio e vigilanza territoriale, e di una nuova sede degli uffici pubblici ed operativi anche della società partecipata in house comunale, l’Azienda Speciale Paistom per l’erogazione di servizi istituzionali di competenza, in considerazione della posizione strategica degli immobili stessi ubicati in prossimità della SS166 degli Alburni, di collegamento tra le frazioni di Capaccio Scalo, Capaccio Capoluogo, Rettifilo e Capo di Fiume e verso il Comune di Roccadaspide. 

commenti
consigliati